Dusseldorf, giudice di gara muore infilzato da un giavellotto

Pubblicato il 27 agosto 2012 15:01 | Ultimo aggiornamento: 27 agosto 2012 15:02

DUSSELDORF – Il meeting giovanile di Atletica a Dusseldorf, Germania, è finito in tragedia. Un giudice di gara è morto infilzato alla gola da un giavellotto.

La lancia si è conficcata sulla carotide dell’uomo che è morto dissanguato. Il giudice si sarebbe avvantaggiato nella misurazione prima che la lancia cadesse a terra calcolando male la traiettoria. L’uomo, 75 anni, è stato poi trasportato d’urgenza in ospedale e sottoposto ad un’operazione alla quale però non è sopravvissuto.

Il lanciatore diciassettenne e altre sei persone sono dovuti ricorrere alla consulenza di uno psicologo dopo aver assistito alla tragedia. Cinque anni f, nel corso del Golden League a Roma, il saltatore in lungo Salim Sdiri fu colpito dalla lancia di Tero Pitkameki. Ma allora la tragedia fu solo sfiorata e non ci furono gravi conseguenze.