Il fratello di Paulo Dybala è indagato per aver violato la quarantena in Argentina

di FIlippo Limoncelli
Pubblicato il 27 Marzo 2020 13:17 | Ultimo aggiornamento: 27 Marzo 2020 13:17
Il fratello di Paulo Dybala è indagato per aver violato la quarantena in Argentina

Il fratello di Paulo Dybala è indagato per aver violato la quarantena in Argentina (foto ANSA)

ROMA – Gustavo Dybala, fratello del numero 10 della Juventus, è indagato in Argentina con l’accusa, per lui e la compagna, di aver violato la quarantena obbligatoria, dopo il ritorno dall’Italia e i contatti con il calciatore risultato poi positivo al test sul Coronavirus. A denunciarli alcuni vicini di casa, che hanno fatto riferimento alle loro continue uscite.

Dopo la notizia della positività al Covid-19 di Paulo Dybala, e della fidanzata Oriana Sabatini, è scattata la quarantena obbligatoria per la famiglia della Joya. Sia il fratello con la compagna e la madre del calciatore, avevano fatto visita alla coppia, a Torino, ripartendo poco prima dell’esito del tampone a cui si erano sottoposti il numero 10 della Juve e la fidanzata.

Al loro arrivo in Argentina erano stati trasferiti, in via precauzionale, all’Ospedale Rawson di Cordoba per un ordine emanato dal Ministerio Público Fiscal, dove avevano svolto alcuni esami. I tre hanno fatto poi ritorno nelle rispettive abitazioni.

Ma Gustavo Dybala e la sua compagna sono stati denunciati dai vicini di casa, a Cordoba, perché visti uscire spesso nonostante la quarantena obbligatoria. (fonte TUTTOSPORT)