Atletica, Elena Vallortigara supera Sara Simeoni: ha saltato 2.02 entrando nella leggenda

di Redazione Blitz
Pubblicato il 22 luglio 2018 19:49 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2018 19:49
Atletica, Elena Vallortigara supera Sara Simeoni: ha saltato 2.02 entrando nella leggenda

Atletica, Elena Vallortigara supera Sara Simeoni: ha saltato 2.02 entrando nella leggenda

LONDRA – Cancellare Sara Simeoni è impossibile, superare il 2,01 dell’olimpionica che un tempo fu il record del mondo dell’olimpionica però sì. Ci è riuscita una straordinaria Elena Vallortigara durante la tappa londinese della Diamond League, nel corso della quale la saltatrice azzurra ha superato l’asticella a 2,02, classificandosi seconda alle spalle della russa Mariya Lasitskene (2,04) e diventando la seconda italiana di sempre dopo la primatista nazionale Antonietta Di Martino (2,03 all’aperto e 2,04 indoor) e superando, come detto, il mostro sacro di Sara Simeoni [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play]. Era dalla finale mondiale di Daegu (2011) con il bronzo della Di Martino a 2,00 che un’azzurra non riusciva a superare i due metri outdoor.

Con il risultato odierno, nelle liste mondiali ed europee stagionali la Vallortigara sale al secondo po. “Non è un sogno, è realtà – racconta l’azzurra sul sito della Fidal – Ci ho pensato tante volte, anche nei momenti più bui della mia carriera, quando ho dovuto fare i conti con infortuni e cose che non giravano come avrei voluto. Poi, però, bisogna saper aspettare e costruire perché alla fine tutto arriva al momento giusto. Ed oggi è successo. La Lasitskene è stata un grande stimolo per me oggi. Del resto se rimani con lei in gara vuol dire che l’asticella si è spostata su misure importanti”.

Dopo l’exploit di Londra, adesso gli Europei: “Berlino è l’obiettivo di questa stagione – spiega l’azzurra – in cui sento di essere cresciuta tanto come donna e atleta. Sono un’altra persona. Non voglio avere nessun tipo di aspettativa. Agli Europei si partirà tutte da zero e tutto può succedere in pedana. Quindi primo step la qualificazione, poi vedremo cosa accadrà in finale”.