Euro 2012, De Rossi: “Non mischiate la Nazionale al calcio scommesse”

Pubblicato il 8 Giugno 2012 14:45 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2012 14:46

De Rossi (LaPresse)

CRACOVIA (POLONIA) – Daniele De Rossi ha tenuto una conferenza stampa dal ritiro della nazionale azzurra che domenica debutterà ad Euro 2012 contro la Spagna: “Al 99,9% giocherò come centrale difensivo, sarò il collante tra difesa e centrocampo, non sarò solo un difensore. Forse ho un futuro in questo ruolo ma mi considero un difensore in situazione d’emergenza. Zeman dice che non mi vede come difensore? Io mi metto dove mi fanno giocare”.

Il centrocampista della Roma ha poi parlato anche delle parole Gianluigi Buffon sulla sua pagina ufficiale di Facebook (“baratterei due anni di vita per una finale all’Europeo”): “Cosa baratterei per la finale? Tutto quello che ho vinto con la Roma negli ultimi due anni (ride, ndr)”.

“Non bisogna mischiare la nazionale al calcio scommesse – continua De Rossi – è qualcosa di gigantesco nel quale noi non centriamo. Non voglio essere al centro di qualche contestazione per qualche cosa che non ho fatto”.

Sul rapporto con i tifosi De Rossi dice: “Questo lavoro è bello, soprattutto a questi livelli. Il rapporto con i tifosi è incredibile, c’è bisogno di loro. Alcuni ricordi sono indelebili”.

“Ammonizione a Balotelli se esce per insulti razzisti? – continua De Rossi – Beccare il giallo mi sembra eccessivo. Dipende da cosa succede, se una persona in curva grida quel che si grida di solito a Mario è un conto, ma se lo fa tutta una curva è diverso. Non abbiamo ancora parlato tra noi, ma se succede dovremmo essere tutti uniti nel difendere Mario e Ogbonna”.