Euro 2012: Francia e Russia in pole per la qualificazione

Pubblicato il 10 Ottobre 2011 13:34 | Ultimo aggiornamento: 10 Ottobre 2011 13:36

ROMA – Ultimi 90' di fuoco per le qualificazioni alla fase finale di Euro 2012. Il lungo cammino fatto finora ha lasciato ancora molte caselle scoperte e molte squadre di rango ancora in bilico. Gia' promosse Italia, Spagna, Spagna, Inghilterra e Olanda, restano da assegnare nell'ultimo turno altri cinque biglietti di prima classe, per le vincenti del girone e la migliore seconda, e da definire il quadro delle otto che affronteranno i play off per contendersi gli ultimi quattro posti disponibili per la rassegna continentale, che si svolgera' in Polonia e Ucraina dall'8 giugno all'1 luglio prossimi.

Sono almeno quindici le squadre che sono coinvolte in questa lotta, per un totale di 22 partite in cui si decide tutto. I riflettori domani sera saranno puntati soprattutto su due sfide: Francia-Bosnia, nel gruppo D, e Danimarca-Portogallo nel gruppo H. I Bleus guidano il girone con 20 punti e basta loro un pareggio per assicurarsi il primo posto nel girone, che significa qualificazione diretta, ma la Bosnia e' avversario di non sottovalutare, dato che ha vinto le ultime quattro partite senza prendere neanche un gol. Un altro scontro diretto e' quello in programma a Copenaghen, tra due squadre che si trovano a pari merito a 16 punti: al Portogallo basta anche un pareggio per assicurarsi il primo posto, ma in caso di sconfitta rischia di perdere anche il posto play-off in favore della Norvegia, che ha un facile impegno interno con Cipro.

E' destinata a vincere il proprio girone (B) la Russia, che ospita i semidilettanti di Andorra per ottenere l'unico punto che le manca per la certezza matematica, mentre l'Irlanda si giochera' con l'Armenia il posto play-off. Anche alla squadra di Trapattoni bastera' comunque un pareggio. Nel girone A, la Germania, gia' qualificata, ospita il Belgio che deve vincere per non farsi scippare un posto negli spareggi dalla Turchia, che affrontera' a Istanbul il fanalino di coda Azerbaigian. Anche alle spalle dell'Italia (C) la lotta per il secondo posto non e' chiusa. La Serbia andra' in trasferta in Slovenia, dove deve per forza vincere per scavalcare l'Estonia e raggiungere i play off. Nel gruppo E l'unica partita 'calda' vedra' di fronte a Solna Svezia e Olanda. I padroni di casa, vincendo, possono guadagnarsi l'accesso diretto alla fase finale come squadra migliore seconda delle qualificazioni. Nel gruppo F, la Grecia andra' in Georgia per conquistare quel punto che le garantirebbe il primo posto nel girone.

La Croazia, che ospita la Lettonia, andra' probabilmente agli spareggi. Nel Gruppo G e' tutto definito, con l'Inghilterra prima e il Montenegro secondo, mentre nel gruppo I alle spalle della Spagna sono ancora in lizza Scozia e Repubblica Ceca. I britannici, avanti di un punto, saranno ospiti dei campioni del Mondo, mentre i cechi giocheranno in Lituania, obbligati a vincere. Giovedi' prossimo, 13 ottobre, si terra' il sorteggio per gli spareggi per gli ultimi quattro posti, che si svolgeranno a novembre: l'11 o il 12 le partite di andata, il 15 il ritorno. Il 2 dicembre e' in programma il sorteggio dei gironi per la fasi finali tra le 16 squadre qualificate (Polonia e Ucraina lo sono d'ufficio).