Euro 2012, Grecia-Russia: formazioni, Dzagoev titolare

Pubblicato il 16 Giugno 2012 9:51 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2012 9:51

BRESLAVIA, POLONIA – Le formazioni di Grecia-Russia, valida per l’ultimo turno del Gruppo A di Euro 2012, in programma  a Breslavia, con inizio alle 20.45.

Grecia (4-3-3): 13 Sifakis, 15 Torossidis, 5 K. Papadopoulos, 19 Papastathopoulos, 20 Holebas, 2 Maniatis, 21 Katsouranis, 10 Karagounis, 14 Salpingidis, 22 Fortounis, 7 Samaras. (1 Chalkias, 12 Tzorvas, 3 Tzavellas, 4 Malezas, 18 Ninis, 6 Makos, 9 Liberopoulos, 16 Fotakis, 17 Gekas, 23 Fetfatzidis, 11 Mitroglou). All.: Santos.

Russia (4-3-3) 16 Malafeev, 2 Anyukov, 4 Ignashevich, 12 A. Berezutski, 5 Zhirkov, 6 Shirokov, 7 Denisov, 8 Zyryanov, 17 Dzagoev, 14 Pavlychenko, 10 Arshavin. (1 Akinfeev, 13 Shunin, 3 Sharonov, 19 Granat, 21 Nababkin, 9 Izmailov, 15 Kombarov, 22 Giushakov, 23 Semshov, 20 Pogrebnyak, 11 Kerzhakov). All.: Advocaat.     Arbitro: Eriksson (Svezia).

I precedenti assoluti tra le nazionali maggiori dei due paesi sono 10 (2 nelle fasi finali degli Europei, 2 nelle qualificazioni Europee, 2 nelle qualificazioni Mondiali e 4 in amichevole) con bilancio di 1 successo della Grecia, 5 pareggi e 4 vittorie della Russia. Dal giorno dell’unico successo greco, nel 1993 nelle qualificazioni ai Mondiali di Usa ’94, le due squadre si sono affrontate 8 volte con bilancio di 4 pareggi ed altrettanti successi russi.

Grecia e Russia si affrontano per la terza volta nelle fasi finali degli Europei dopo Portogallo 2004 ed Austria/Svizzera 2008, dove ha sempre vinto la nazionale russa, in entrambi i casi nella fase a gironi. Nel 2004 fu 2-1 a Faro con reti di Kirichenko al 2′ e Bulykin al 17′ per i russi e rete della bandiera greca di Vryzas al 43′; nel 2008 e’ stato 1-0 a Salisburgo, con gol determinante di Zyryanov al 33′.

La Grecia e’ reduce da 5 gare senza vittorie alle fasi finali degli Europei: score di 4 sconfitte (nell’edizione 2008, in ordine contro Svezia per 0-2, Russia  per 0-1 e Spagna per 1-2; nell’edizione 2012 contro la Repubblica Ceca per 1-2) ed 1 pareggio (1-1 all’esordio di Euro 2012 contro la Polonia), subendo sempre gol per un totale di 8 al passivo.

E’ in corso la striscia negativa record assoluta della Grecia in questa competizione, 5 gare senza vittorie, che ha superato quella realizzata tra l’11 ed il 17 giugno 1980 – sua prima edizione – quando le gare senza successi furono 3 con bilancio di 1 pareggio e 2 sconfitte. L’ultima vittoria greca in fasi finali europee resta la finale vinta il 4 luglio 2004: 1-0 sul Portogallo a Lisbona che laureo’, a sorpresa, gli ellenici campioni continentali.

La Russia e’ reduce da 1 vittoria (4-1 contro la Repubblica Ceca) ed 1 pareggio (1-1 contro la Polonia) ad Euro 2012: in caso di risultato positivo contro la Grecia la nazionale russa eguaglierebbe la propria serie positiva record in fasi finali degli Europei che e’ di 3 incontri senza sconfitte, stabilito con 3 successi ottenuti nel 2008 nell’ordine contro Grecia (1-0 nei gironi), Svezia (2-0 nei gironi) ed Olanda (3-1 dopo i tempi supplementari, nei quarti).

Alan Dzagoev, autore finora di 3 reti ad Euro 2012, ha gia’ eguagliato il primato russo di gol in singola edizione di fasi finali degli Europei stabilito ad Euro 2008 da Pavlyuchenko, che segno’ appunto 3 centri.

L’arbitro e’ Jonas Eriksson. Svedese, e’ nato il 28 marzo 1974 a Lulea ed e’ internazionale dal 2002. Arbitro di professione, ha come hobbies la famiglia, la musica ed i viaggi. La Grecia e’ diretta per la prima volta da Eriksson. La nazionale ellenica ha pero’ un precedente con arbitri svedesi nelle fasi finali degli Europei: il 25 giugno 2004, a Lisbona, la Grecia supero’ per 1-0 la Francia nei quarti di finale (arbitro Frisk). La Russia conta una direzione con Eriksson: il 7 ottobre 2011, a Zilina, si impose per 1-0 contro la Slovacchia nelle qualificazioni verso Polonia/Ucraina 2012.