Euro 2012, 184 arresti dopo gli scontri tra hooligan di Polonia e Russia

Pubblicato il 13 Giugno 2012 12:54 | Ultimo aggiornamento: 13 Giugno 2012 13:10
Polonia_Russia_Scontri_Hooligan_Euro2012

Scontri tra tifosi polacchi e russi

VARSAVIA (POLONIA) – Il ministro dello Sport polacco, Joanna Mucha, ha condannato i ripetuti incidenti di ieri a Varsavia prima e dopo la partita di Euro 2012 Polonia-Russia, il cui bilancio è stato di una ventina di feriti e 184 arresti. ”Sono scioccata, ma gli hooligan non riusciranno a guastarci la festa”, ha detto il ministro oggi ai giornalisti.

Il ministro dell’interno Jacek Cichocki ha precisato che degli arrestati nei 44 episodi di teppismo 157 sono polacchi, 24 russi, uno spagnolo, uno ungherese, uno algerino. Nei loro confronti sono stati avviati procedimenti penali e amministrativi, e gli extracomunitari oltre alle multe rischiano l’espulsione. ”Nessuno di loro potra’ dormire in pace”, ha ammonito il portavoce del governo Pawel Gras, assicurando che la polizia ricercherà i provocatori polacchi anche nelle loro località di residenza.

Fra i feriti, una decina sono agenti di polizia, sette sono teppisti polacchi, due russi e un tedesco. Critiche all’organizzazione sono però venute dall’ex presidente polacco Aleksander Kwasniewski, per il quale i responsabili municipali di Varsavia cui spettava garantire la sicurezza dovrebbero presentare le scuse ai russi aggrediti. ”Dagli organizzatori di Euro 2012 ci si aspetta di più”, ha detto Kwasniewski a Radio Zet. Degli scontri e dei gravi incidenti di ieri nella capitale ha parlato anche il ministro degli Esteri Radoslaw Sikorski in un colloquio con il presidente Bronislaw Komorowski.