Europa League, Ludogorets-Inter 0-2: Eriksen-Lukaku gol e show nella ripresa

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 20 Febbraio 2020 20:32 | Ultimo aggiornamento: 20 Febbraio 2020 21:06
Europa League, Inter ok con il minimo sforzo: 1-0 al Ludogorets con il 1° gol di Eriksen

Europa League, Ludogorets-Inter 0-2: Eriksen sblocca la partita e segna il suo primo gol con la nuova maglia (fermo immagine Sky Sport)

RAZGRAD (BULGARIA) – L’Inter ipoteca la qualificazione agli ottavi di finale di Europa League con il minimo sforzo. Dopo un primo tempo soporifero, i nerazzurri si svegliano nella ripresa dopo l’ingresso in campo di Romelu Lukaku al posto di uno spento Lautaro Martinez (distratto dalle voci di calciomercato che lo vogliono al Barcellona?).

Europa League, Ludogorets-Inter 0-2: show di Eriksen e Lukaku nella ripresa. 

Nella seconda parte del secondo tempo, insieme a Lukaku è salito in cattedra Eriksen (che nel primo tempo si era visto pochissimo…). Il danese ha giocato gli ultimi venti minuti della partita in maniera straordinaria.

Prima ha costretto il portiere avversario ad una parata miracolosa in calcio d’angolo, poi ha sbloccato la partita con un tiro potente dal limite dell’area di rigore su assist di Romelu Lukaku.

Nemmeno il tempo di esultare, che Eriksen ha sfiorato la doppietta. L’ex centrocampista del Tottenham ha fatto partire un bolide dalla lunga distanza che si è stampato sulla traversa a portiere avversario battuto. 

Nel mezzo, un altro legno colpito dai nerazzurri. Alexis Sanchez ha colpito il palo con un gran colpo di tacco. Nell’ultimo minuto di recupero, Lukaku ha segnato la rete del 2 a 0 su un rigore assegnato dal var per un fallo di mano di un avversario.

Insomma, all’Inter è bastato accelerare un po’ per sbrigare la pratica Ludogorets. Salvo catastrofi nel match di ritorno che si giocherà a San Siro tra una settimana, l’Inter può già sentirsi agli ottavi di finale di Europa League. 

Il tabellino della partita di Europa League.

LUDOGORETS (4-3-3): Iliev; Cicinho, Grigore, Terziev, Nedyalkov; Anicet, Dyakov (22′ st Badji), Cauly; Marcelinho, Swierczok (31′ st Tchibota), Wanderson. A disposizione: Stoyanov, Tawatha, Biton, Ikoko, Moti. Allenatore: Vrba

INTER (3-5-2): Padelli; Godin, Ranocchia, D’Ambrosio; Moses (27′ st Barella), Vecino, Borja Valero, Eriksen, Biraghi (36′ st Young); Martinez (19′ st Lukaku), Sanchez. A disposizione: Stankovic, De Vrij, Pirola, Candreva. Allenatore: Conte

ARBITRO: Del Cerro Grande (Spa)

MARCATORI: 26′ st Eriksen, 50 st rig. Lukaku

NOTE: Ammoniti: Grigore, Wanderson, Tchibota, Anicet (L); Martinez (I). Recupero: 0′ e 4′.