Europa League, Guidolin: “L’Udinese è stata più forte”

Pubblicato il 23 Febbraio 2012 22:25 | Ultimo aggiornamento: 23 Febbraio 2012 22:45

SALONICCO, 23 FEB – ''Kalispera'': il tecnico dell'Udinese Francesco Guidolin entra in sala stampa per la consueta conferenza post-partita visibilmente soddisfatto, tanto che si lascia andare a un saluto in greco. Poi parte in quarta: ''Faccio i complimenti ai miei giocatori, sono molto piu' bravi di me, su questo campo non avrei mai giocato. Siamo partiti alla grande, con personalita' e carattere – commenta, analizzando poi i due calci piazzati che hanno mandato l'Udinese in vantaggio di due reti dopo appena 15 minuti -. Credo che nell'arco dei 180 minuti abbiamo meritato di passare il turno. Nella prima mezz'ora abbiamo dimostrato di essere piu' forti noi. Abbiamo capitalizzato i primi due episodi ma abbiamo anche fatto una buona gara''.

La soddisfazione e' piena. Nessun rammarico per i ritmi abbassati, dopo la prima mezz'ora stellare. ''E' vero, noi non siamo bravissimi con i ritmi bassi – aggiunge – ma credo che la gestione della partita sia stata buona, non abbiamo mai corso rischi. La gara sarebbe potuta essere ancora piu' spettacolare se avessimo tenuto i ritmi piu' alti, ma sono molto soddisfatto''.

Infine un commento sull'Asamoah ritrovato: ''Certo aver avuto la coppa d'Africa ci ha condizionato; quando ne hai lontano due o tre – replica a chi gli chiede se aumentasse il rammarico per non averlo avuto a disposizione nelle ultime gare – diventa complicato. Ultimamente abbiamo avuto qualche problemino, anche per gli infortuni, ma non ci siamo mai lamentati, perche' credo – conclude Guidolin – che questo dia vantaggi agli avversari''. Qualche pensiero destano le condizioni di Abdi, uscito anzitempo dopo aver avvertito una fitta al bicipite femorale destro.