Europa League

Vitesse-Lazio 2-3: Immobile decisivo, Murgia completa la rimonta

Vitesse-Lazio 2-3: Immobile decisivo, Murgia completa la rimonta

Vitesse-Lazio 2-3: Immobile decisivo, Murgia completa la rimonta. EPA/JOEP LEENEN

ARNHEM – Tre gol tutti nella ripresa e la Lazio vola alla prima di Europa League espugnando il Gelredome di Arnhem. Contro il Vitesse finisce 3-2 in rimonta con reti di Parolo, Immobile e infine di Murgia che ribaltano il doppio vantaggio firmato Matavz-Linssen.

Biancocelesti che tornavano in Europa League dopo una stagione di assenza, per Simone Inzaghi era addirittura l’esordio da allenatore professionista sul palcoscenico europeo.

Il tecnico biancoceleste butta via tutto il primo tempo per cambiare 7 giocatori su 11 rispetto al 4-1 contro il Milan, il Vitesse non è certo devastate nelle occasioni create ma nella prima frazione fa la differenza la freddezza del bomber Matavz, vecchio pallino del ds Igli Tare.

Già al 2′ lo sloveno sfiora di testa il vantaggio, la risposta laziale arriva da un assolo di Caicedo che al 6′ non approfitta dello specchio della porta spalancato dall’uscita a vuoto di Pasveer. Meglio sulle palle da fermo, dove al 24′ da calcio d’angolo de Vrijsvetta sfiorando il gol: colpo di testa di poco sopra la traversa.

Gol sbagliato, gol subito e al 33′ gli olandesi vanno in vantaggio: Rashicada destra sfrutta un’indecisione di Luiz Felipe (poco prima ammonito) e crossa sul secondo palo dove Matavz arriva puntuale e batte Strakosha approfittando anche della marcatura leggera di Bastos.

Nella ripresa, subito dentro Immobile al posto di Luiz Felipe e Inzaghi passa al 4-3-1-2 con Luis Alberto alle spalle del partenopeo e di Caicedo. La mossa funziona e al 6′ i biancocelesti trovano il pari grazie a un euro-gol di Parolo con tiro al volo di sinistro.

La reazione del Vitesse non tarda ad arrivare, all’11’ con un gran tiro di Bruns che finisce al lato di poco, un minuto dopo (12′) Linssen insacca per il 2-1 capitalizzando l’ennesima incursione da destra di Rashica.

Ultima mezz’ora per Milinkovic-Savic, al posto di uno spaesato Di Gennaro, poi è la volta di Lulic al posto di Lukaku, ma è ancora il Vitesse a sfiorare il 3-1, scongiurato solo grazie alla scarsa mira di Bruns.

La Lazio però non si scompone, ci crede e al 22′ sull’asse Caicedo-Immobile, il partenopeo pesca il 2-2 a portiere ancora una volta battuto.

Al 30′ è Van Der Werff a farla grossa, sbagliando l’intervento e liberando Murgia al tiro: 3-2, risultato ribaltato e primi tre punti che proiettano i biancocelesti in testa al girone K con il Nizza, che i biancocelesti affronteranno nello scontro diretto il 19 ottobre.

To Top