F1, la Ferrari ammette errori strategici: su Twitter un falso post del capo degli ingegneri della ‘Rossa’ diventa un giallo

Pubblicato il 15 Novembre 2010 13:11 | Ultimo aggiornamento: 15 Novembre 2010 13:26

La Ferrari esce alla scoperto. Con Stefano Domenicali che il giorno dopo la disfatta di Abu Dhabi, ammette errori strategici. Tutto questo metre su Twitter, un falso post di Chris Dyer, capo degli ingegneri di pista della Rossa, diventa un giallo (“E’ tutta colpa mia e di Andrea Stella”).

”C’è una grande amarezza in questo momento, perché arrivare così vicini al traguardo e vederselo sfuggire per pochi punti fa male”.

Anche il responsabile della gestione sportiva della Ferrari Stefano Domenicali ammette l’errore strategico costato il Mondiale a Fernando Alonso: ”Abbiamo fatto una scelta strategica sbagliata e le ragioni sono tre: abbiamo marcato un avversario con due macchine; abbiamo temuto oltremisura il degrado delle gomme morbide; non abbiamo considerato la difficoltà nel superare le altre vetture nel traffico”.

”Ora – aggiunge il team principal della scuderia di Maranello – è inutile mettersi a discutere sul perché si sia arrivati a questa scelta: si vince e si perde tutti assieme, come una squadra. In questo momento voglio ringraziare tutti i tifosi, che ci hanno sempre manifestato un grande affetto”.

5 x 1000

”Questa è stata probabilmente la peggior gara della stagione – spiega – ma quando si perde per una manciata di punti è chiaro che il titolo non sia stato perso qui o, almeno, non soltanto, qui”. ”Voglio fare i complimenti a Fernando – conclude Domenicali – un pilota ed un uomo straordinario: si è dimostrato un leader, dentro e fuori la macchina, e faremo di tutto per dare a lui e a Felipe una macchina ancora più forte il prossimo anno. Voglio ringraziare la squadra per il grande impegno che ha sempre messo nel lavoro di tutti i giorni, in pista e a casa: in pochi fuori da casa nostra avrebbero creduto a metà luglio che saremmo arrivati ad Abu Dhabi in testa al Mondiale”.