F1, la FIA ci ripensa: nessuna sanzione per le Red Bull ad Hockeinheim

Pubblicato il 22 luglio 2012 13:50 | Ultimo aggiornamento: 22 luglio 2012 13:59
Sebastian Vettel_Mark Webber

Vettel e Webber ad Hockeinheim (LaPresse)

HOCKENHEIM (GERMANIA) – La Fia ha prima messo sotto inchiesta le Red Bull di Sebastian Vettel e Mark Webber, a meno di un’ora dal Gp di Germania, ma poi hanno deciso di non punire la scuderia austriaca. Le due vetture del tedesco Sebastian Vettel e dell’australiano Mark Webber erano state oggetto di un’indagine da parte della delegato tecnico della Fia, Jo Bauer.

I costruttori della Red Bull e della Renault erano stati convocati in tarda mattinata dai commissari per delle spiegazioni circa presunte violazioni al regolamento, per la mappatura (il motore elettronico che gestisce la potenza e la coppia, in funzione della velocità del motore) utilizzata che avrebbe creato dei vantaggi all’aerodinamica delle due Red Bull.

Le due vetture anglo-austriache rischiavano la retrocessione all’ultimo posto della griglia di partenza, o direttamente la squalifica dal Gp di Germania.