F1, Gp Abu Dhabi: Vettel campione del Mondo, epilogo amaro per la Ferrari, Alonso ko

Pubblicato il 14 Novembre 2010 15:53 | Ultimo aggiornamento: 14 Novembre 2010 17:39

Il tedesco Sebastian Vettel su Red Bull ha vinto il Gp di Abu Dhabi e conquistato il titolo mondiale di Formula 1.

Fernando Alonso, che al via era primo in classifica, ha concluso il Gp al settimo posto e visto sfumare il sogno di laurearsi per la terza volta campione.

Il ferrarista ha chiuso la stagione al secondo posto in classifica generale alle spalle del neo campione del mondo Sebastian Vettel su Red Bull.

Le parole di Montezemolo

”Sono orgoglioso di questa Ferrari: abbiamo perso all’ultima gara per pochi punti (quattro, ndr), quando forse eravamo convinti di non perdere e questo fa piu’ male”.

Così ai microfoni della Rai il presidente della Ferrari Luca di Montezemolo, secondo il quale Alonso ”è un pilota fortissimo e se oggi non ha vinto il Mondiale non è per colpa sua”.

”Ma nessuno di voi a un certo punto della stagione si aspettava che ci saremmo giocati il Mondiale fino all’ultima gara”, ha detto Montezemolo ai giornalisti. ”Per 12 anni la Ferrari ha quasi sempre vinto o perso all’ultima gara – ha spiegato il presidente del Cavallino -. Stavolta ha sfavorito noi e favorito loro. Fernando ha fatto una stagione straordinaria, è stato magnifico, i ragazzi hanno fatto una stagione perfetta. Finiamo a testa alta. Grazie a Domenicali (direttore gestione sportiva, ndr), che ha tenuto unita la squadra”.

Sul secondo pilota, Felipe Massa, Montezemolo ha detto: ”Speravamo di più in questa stagione da Felipe, ma sono sicuro che avrà modo di riscattarsi”. ”Siamo secondi e siamo stati protagonisti di una grande rimonta”, ha concluso.

La stampa spagnola: notte da incubo per la Ferrari

”Vettel infrange il sogno di Alonso”. ”Alonso addio al sogno”. ”Il campione e’ Vettel”.

Sono questi i primi titoli con cui la stampa online spagnola commenta l’epilogo del Mondiale 2010 di formula uno.

Il sito del quotidiano sportivo madrileno ‘Marca’ scrive che ”non e’ successo, addio al sogno.

L’ultima corsa dell’anno ha stabilito che Sebastian Vettel diventi il nuovo campione del mondo.

Era quello che in teoria aveva meno chances e invece ha vinto la partita contro la Ferrari ed il suo compagno di scuderia (Webber n.d.r.)”. Il giornale sottolinea anche che ”Alonso ha sbagliato la strategia del pit-stop”.

Il quotidiano di Barcellona ‘El Mundo Deportivo’ titola online ”Notte da incubo” visto com’e’ finita per Alonso ed il fatto che ad Abu Dhabiu, al momento della conclusione della prova, fosse gia’ notte.

”Dopo 69 gran premi disputati – scrive il giornale catalani – Vettel diventa il nuovo Kaiser della F1. Per Alonso solo il settimo posto: le sue aspettative di titolo si sono scontrate con la strategia sbagliata della Ferrari”.

Classifiche Mondiale piloti e costruttori, doppietta Red Bull

Classifica finale del Mondiale piloti 2010 di formula uno: 1. Sebastian Vettel (Ger) 256 punti 2. Fernando Alonso (Spa) 252 3. Mark Webber (Aus) 242 4. Lewis Hamilton (Gbr) 240 5. Jenson Button (Gbr) 214 6. Felipe Massa (Bra) 144 7. Nico Rosberg (Ger) 142 8. Robert Kubica (Pol) 136 9. Michael Schumacher (Ger) 72 10. Rubens Barrichello (Bra) 47 11. Adrian Sutil (Ger) 47 12. Kamui Kobayashi (Gia) 32 13. Vitaly Petrov (Rus) 27 14. Nico Hülkenberg (Ger) 22 15. Vitantonio Liuzzi (Ita) 21 16. Sébastien Buemi (Svi) 8 17. Pedro de la Rosa (Spa) 6 18. Nick Heidfeld (Ger) 6 19. Jaime Alguersuari (Spa) 5

– Classifica Mondiale costruttori: 1. Red Bull 498 punti 2. McLaren 454 3. Ferrari 396 4. Mercedes GP 214 5. Renault 163 6. Williams F1 69 7. Force India 68 8. Sauber 44 9. Toro Rosso 13

Le speranze di Alonso

”Con Petrov c’è stata un po’ di frustrazione, abbiamo visto in lui un’aggressività mai vista prima in tutto il campionato”.

Il pilota spagnolo della Ferrari, Fernando Alonso, al termine del Gp di Abu Dhabi che lo ha visto sfumare il suo sogno mondiale, commenta così il suo scambio di vedute dopo la bandiera a scacchi tra lui e il pilota russo della Renault dalle rispettive monoposto.

”Non abbiamo perso il mondiale qui, il campionato è lungo, ha diciannove gare. Ci sono stati gran premi in cui abbiamo perso punti ma anche gran premi in cui siamo stati fortunati come in quello della Sud Corea. Quando mi sono accorto di aver perso il mondiale? L’ho capito all’ultimo giro quando sullo schermo gigante ho visto Vettel che tagliava il traguardo. Pensavo fino all’ultimo che potesse succedere qualche cosa”.

Flop Ferrari, Calderoli chiede le dimissioni di Montezemolo

Quella attuata dai box della Ferrari è stata una ”strategia demenziale”. Il ministro per la Semplificazione Normativa, Roberto Calderoli, analizza così le ragioni della sconfitta del Cavallino.

E, mentre applaude ”l’ottimo Fernando Alonso”, sfoga la sua delusione di tifoso sul presidente Luca Cordero di Montezemolo: ”Ci ha fatto vergognare di essere tifosi della Rossa – dice – entro sera ci aspettiamo le sue dimissioni”.

”La Ferrari – sostiene l’esponente del Carroccio – è riuscita a perdere un Mondiale di fatto già vinto grazie alla demenziale strategia operata dai box. E visto che a perdere questo titolo sono stati gli strateghi ai box, e non certo l’ammirevole Alonso, chi è responsabile di questa disfatta deve andarsene e quindi entro sera ci si aspettiamo le dimissioni di Luca Cordero di Montezemolo, il quale, al posto di fare il grillo parlante della politica senza beccarne mai una, dovrebbe invece cercare di imparare dagli altri come si fa a gestire una vittoria nel Mondiale. Nel frattempo, se ne vada subito da Maranello, evitando di fare ulteriori danni alla Rossa che tutti noi abbiamo nel cuore”.