F1, GP Malesia in diretta tv su Rai 2

Pubblicato il 24 Marzo 2012 0:12 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2012 0:12

F1 (LaPresse)

SEPANG, MALESIA – F1, il GP della Malesia verrà trasmesso in diretta tv da Rai 2; la McLaren resta un fulmine, la Ferrari puo’ solo inseguire. E stringersi intorno all’anello ‘debole’, in questo momento, della catena di Maranello: quel Felipe Massa che dopo l’esordio-disastro a Melbourne, nel primo giorno di motori accesi a Sepang non si puo’ dire abbia fatto meglio, chiudendo le due sessioni di libere al 13/ e 16/o posto.

Dieci lunghezze dal compagno di squadra Fernando Alonso, 6/o, una vita da Lewis Hamilton che al volante della freccia d’argento si e’ confermato il piu’ veloce del circus. Almeno in prova, davanti alla ‘contestata’ Mercedes di Schumacher, solo 10/o il campione del mondo Vettel mentre Raikkonen partira’ domenica penalizzato di 5 posizioni per aver sostituito il cambio. Ma il brasiliano dice di non sentirsi ”sotto pressione”, nonostante le voci di un suo possibile rimpiazzo se le cose dovessero continuare cosi’.

”Se sento una particolare pressione su di me? No, non piu’ del solito: alla Ferrari siamo sempre sotto pressione – dice il pilota di San Paolo -. L’importante e’ capire cosa non abbia funzionato a Melbourne e credo che abbiamo tutti gli elementi a disposizione per farlo”. Un po’ di ottimismo in vista delle qualifiche del gp della Malesia, ma con la convinzione che la F2012 non e’ al pari di McLaren e Red Bull. ”In questo momento, non abbiamo una macchina competitiva ai massimi livelli” sottolinea Massa, che ci tiene anche a spiegare come il divario tra lui e Alonso in prova sia dovuto ai lavori differenti previsti dal team.    E in effetti in questo avvio critico per le Rosse (Alonso ha limitato i danni in Australia con una rimonta fino al quinto posto) la scuderia fa quadrato e difende Massa. Il team principal Stefano Domenicali e’ convinto che il brasiliano e la Ferrari possono migliorare. ”E’ importante che lui senta intorno a se’ fiducia – ha detto Domenicali a chi gli chiedeva delle voci su Massa – abbiamo lavorato per garantire a Felipe la macchina migliore, di metterlo nelle migliori condizioni. Sono state cambiate diverse parti della monoposto, compreso il telaio”.

Certo in casa Ferrari non si fanno i salti di gioia: ”Non abbiamo la bacchetta magica, conosciamo i problemi e dobbiamo risolverli – continua Domenicali – a casa dobbiamo spingere sullo sviluppo della macchina, sono convinto che i nostri ingegneri risolveranno tutto in breve tempo”. Certo il rendimento della F2012 e’ al di sotto delle aspettative: ”Certamente sono deluso dalle prestazioni, la risposta e’ facile. Ma non essere contenti non aiuta, non risolve il problema. Anche un piccolo passo avanti e’ importante per i punti”.    Il clima comunque e’ di moderato ottimismo: dopo 94 giri della F2012 si attende il verdetto delle qualifiche. ”Abbiamo lavorato molto sul confronto fra diverse configurazioni aerodinamiche, giocando un po’ come con un puzzle alla ricerca della migliore combinazione – dice Alonso -. Nel pomeriggio ci siamo invece dedicati principalmente al lavoro sugli pneumatici, girando con diversi livelli di benzina a bordo. Direi che su questo fronte sia le Medium che le Hard sembrano comportarsi abbastanza bene. Abbiamo raccolto tante informazioni utili che adesso ci permetteranno di essere pronti per il resto del fine settimana”. Massa intanto prova a sorridere: ”Adesso i miei ingegneri ed io sappiamo qual e’ la direzione giusta, il che mi rende piu’ ottimista in vista delle qualifiche rispetto a quanto non lo fossi la settimana scorsa a Melbourne”. Strada giusta, dice il brasiliano. Intanto davanti c’e’ sempre la McLaren, con Schumi in scia e il campione del mondo Sebastian Vettel solo 10/o nella seconda tornata.