F1, caos Sauber. Ha 2 auto, 3 piloti e il rischio di box chiusi dai giudici

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Marzo 2015 14:55 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2015 14:55
F1, caos Sauber. Ha 2 auto, 3 piloti e il rischio di box chiusi dai giudici

F1, caos Sauber. Ha 2 auto, 3 piloti e il rischio di box chiusi dai giudici

ROMA – Una scuderia, la Sauber, due macchine e tre piloti. I conti non tornano ed è colpa di un pasticcio grosso combinato dalla scuderia che ora rischia addirittura di vedersi i sigilli apposti ai box e quindi di non poter mandare in pista neppure un’auto al primo Gp della stagione, quello di Australia, in programma domenica 15 marzo.

E’ successo semplicemente questo: Giedo Van der Garde, pilota olandese che la Sauber aveva scaricato alla fine dell’anno scorso, ha vinto anche un ricorso in Appello per quella che è una sorta di causa per “licenziamento illegittimo” del tutto particolare. Van Garde, infatti, l’anno scorso faceva da riserva e la scuderia gli aveva prolungato il contratto anche nel 2015, dandogli addirittura la licenza da titolare.

Poi, però, ci ha ripensato e ha puntato su quelli che, a oggi, dovrebbero essere i due piloti ufficiali: il brasiliano Felipe Nasr e lo svedese Marcus Ericsson. Sembra legittimo ma forse non lo è anche perché non si tratta di scegliere quale sia il pilota migliore ma quello che porta più soldi con gli sponsor. La Sauber, in crisi, ha creduto di poter risolvere “amichevolmente” il rapporto con Van der Garde ma non è andata così.

E ora, comunque la si veda è un pasticcio. La Sauber potrebbe pagare una buonuscita a Van der Garde ma gli costerebbe molto più di quanto ha ottenuto rinunciandovi. E soprattutto non è detto che l’olandese accetti. Oppure può far correre lui: deve però appiedare uno dei due piloti “ufficiali” per mettere l’auto in mano a uno che nel 2015 non l’ha mai guidata, non ha neppure il sedile pronto e non ha la “superlicensa” richiesta dal regolamento. Sauber pensava che non sarebbe servita.

Il rischio è che, in caso di rifiuto e senza accordo col pilota appiedato, la Sauber rischi di rimanere ferma ai box per la prima gara. E con una Formula 1 già senza Alonso, piena di problemi e con poche squadre, sarebbe un guaio.