Facebook: una ragazzina si spaccia per il capitano del Grosseto ed offende i compagni

Pubblicato il 20 Aprile 2011 12:06 | Ultimo aggiornamento: 20 Aprile 2011 12:22

GROSSETO- La Polizia Postale di Grosseto ha individuato la ragazza di 13 anni che aveva aperto un profilo Facebook a nome del giocatore del cuore, Luigi Consonni, capitano del Grosseto calcio.

Lo stesso Consonni, nel mese di ottobre aveva sporto denuncia presso gli uffici della Polizia Postale di Grosseto, lamentando il fatto che ignoti avevano creato un profilo su Facebook, utilizzando indebitamente i suoi dati personali ed una sua foto.

Sulla bacheca del profilo, visibile a tutti, venivano riportati dei commenti sull’andamento delle partite di calcio, attribuiti allo stesso Consonni, che mettevano in cattiva luce i suoi compagni di squadra, diffamandoli, nonché frasi ingiuriose nei confronti degli avversari.