Falcao tira le orecchie a Cristiano Ronaldo: “Serve rispetto per l’allenatore”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 13 Novembre 2019 13:29 | Ultimo aggiornamento: 13 Novembre 2019 13:29
Falcao tira le orecchie a Cristiano Ronaldo: "Serve rispetto per l'allenatore"

Paulo Roberto Falcao saluta i tifosi giallorossi all’Olimpico (Ansa)

ROMA – Anche il “divino” Paulo Roberto Falcao tira le orecchie a Cristiano Ronaldo. Vera leggenda romanista, inarrivabile regista anni ’80, il brasiliano si tiene ancora al corrente delle cose italiane. Non escluse quelle juventine, proprio lui che è stato uno dei pochissimi a riuscire nell’impresa di far saltare un turno ai bianconeri a proposito di campionati vinti.

“Quando un giocatore viene sostituito, deve avere rispetto per l’allenatore e per il compagno di squadra che entrerà al suo posto. Vale per tutti i giocatori, quindi anche per CR7”, ha dichiarato nell’intervista a Leggo.it. Niente sconti, quindi, nemmeno per il supereroe portoghese. 

Del resto in un’intervista è più facile, perché poi vagli a dire di far posto a qualcun altro a un uomo più vicino al profilo di una multinazionale che a quello di un calciatore.E’ il pensiero di Lele Adani, che ha accusato di ipocrisia Fabio Capello: se la Juve non avesse poi vinto, il bersaglio sarebbe diventato ipso facto Sarri.

Cui va tutta la stima di Falcao, comunque. A proposito, meglio Conte o Sarri? Il brasiliano risponde ecumenico, ma tra le righe si capisce chi preferisce: “Dipende. La grandezza di un allenatore è quella di saper tirare fuori il meglio dai propri giocatori. A me piacciono i tecnici che puntano, sempre e comunque, alla vittoria e che non fanno mai calcoli”. A occhio gli piace più Sarri.

Miele riservato anche all’ex nemica, la Juventus: “E’ solo una squadra forte e ha una società incredibile alle spalle. Sanno sempre cosa fare, come comportarsi e come gestire i giocatori”.

Un pensiero infine alla sua Roma: “Mi auguro possa arrivare il più in alto possibile. Mi sembra ci sia un bel progetto, ora però bisogna insistere e seguire il nuovo tecnico Fonseca”. (fonte Leggo.it)