Federica Pellegrini-Federnuoto: altri premi che riaccendono la polemica

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 settembre 2013 14:59 | Ultimo aggiornamento: 7 settembre 2013 15:00
Federica Pellegrini-Federnuoto: altri premi che riaccendono la polemica (LaPresse)

Federica Pellegrini-Federnuoto: altri premi che riaccendono la polemica (LaPresse)

ROMA – Polemica tra Federica Pellegrini e la Federnuoto per l’entità di alcuni premi assegnati alla campionessa di nuoto. La vicenda è analizzata da ‘Repubblica’ in un articolo di Paolo Rossi.

Citiamone alcune parti. 

 “La Federnuoto con i premi proprio non va d’accordo. Oppure, anche troppo. Come ormai noto, ad inizio agosto un consiglio federale della Fin ratifica una serie di premi a club che danno il via ad una serie di polemiche (con la Federazione che ha voluto mettere in piazza i premi ricevuti dalla Pellegrini negli ultimi anni) che sono tuttora in corso, tanto che il Coni ha deciso di vederci chiaro.

Beh, in allegato, ecco la famosa delibera che, per intero, svela importi e societá. Ancora inedita finora, si scopre essere una delibera presidenziale, quindi un’idea portata direttamente in Consiglio dal presidente, Paolo Barelli, a scatola chiusa. Per farsi una propria opinione basta scorrere le pagine, e le voci (tipo spese fisioterapiche, ed anche l’assenza di qualche atleta, vedi Giorgetti).

Ma la novitá di questi giorni è un’altra: fatti due conti, mastrini contabili alla mano, si apprende che la Federnuoto – dal 2006 al 2013 – ha ‘premiato’ (tra nuoto e pallanuoto) i club in un modo incomprensibile ai profani, e che oggi dovrebbe quantomeno spiegare. Ad esempio, nel nuoto, al circolo Aniene (il club della Pellegrini, ma di moltissimi altri atleti) sono andati 300mila euro. All’Aurelia (societá fondata da Barelli, giá molto beneficiata dalla famosa delibera) più di 400mila, ovviamente sempre nello stesso periodo.

Ma è nella pallanuoto che i premi colpiscono maggiormente. Il Recco, club che vince lo scudetto da otto anni consecutivi, ha percepito dalla Fin tra i 40 e i 50mila euro. Fin qua tutto bene, ma perché all’Ortigia (anche questo club giá beneficiato dalla famosa delibera) sono andati oltre 100mila euro? E la Lazio, quasi 150mila come il Posillipo? Il Nuoto Catania ha preso premi come il Recco, ma molti meno scudetti. Fortunata anche la Florentia (140mila), e l’Orizzonte Catania (100mila)”.