Federica Pellegrini vince l’oro ai Mondiali e poi scoppia a piangere durante l’intervista

di Redazione Blitz
Pubblicato il 24 Luglio 2019 22:02 | Ultimo aggiornamento: 24 Luglio 2019 22:02
Federica Pellegrini

Federica Pellegrini esulta dopo la vittoria della medaglia d’oro (foto Ansa)

ROMA – “Non ci credo ancora, non avrei mai immaginato di poter vincere una medaglia d’oro. Se mi sento infinita? Sì!”. Durante un’intervista alla Rai al termine della vittoria nei 200 stile libero ai Mondiali di Gwangju (in Corea del Sud), Federica Pellegrini non è riuscita a trattenere le lacrime per la straordinaria vittoria.

La Pellegrini – che compirà 31 anni il prossimo 5 agosto – ha vinto nuotando in 1’54″22 precedendo al traguardo la 19 enne australiana Ariane Titmus, 1’54″66 e la 26enne svedese Sarah Sjoestrem 1’54″78. Quest’ultima, dopo la gara, ha avuto un malore a bordo vasca.

L’infinita Federica Pellegrini è – sportivamente parlando – più longeva persino di Roger Federer. A garantirlo è l’uomo più titolato d’Italia a parlare di durata della vita e di mantenimento della competitività degli atleti, il professor Francesco Landi, primario di geriatria al Policlinico Gemelli nonché da poco membro del consiglio di amministrazione di “Sport e Salute”, la società che ha sostituito la Coni Servizi. “Conquistare a 31 anni l’oro mondiale di nuoto in una gara a sprint come i 200 metri – spiega all’ANSA – è un po’ come arrivare a 40 anni in finale a Wimbledon (e il 38enne Federer pochi giorni fa ha disputato la sua perdendo contro Djokovic), o vincere a 45 anni un mondiale di ciclismo in linea. O magari per uno sciatore imporsi in una discesa di slalom gigante a 40. Quella dei 200 sl infatti è sì attività aerobica, ma è sprint, esplosiva: per intenderci fa più scalpore di un successo nei 1500 metri, e molto di più di un’attività sportiva in cui entri in ballo la tecnica: come è appunto il tennis”.

Fonte: Ansa