Federica Pellegrini: “Un reality in tv? Perché no”

Pubblicato il 2 agosto 2012 12:41 | Ultimo aggiornamento: 2 agosto 2012 12:43

Federica Pellegrini (Foto Lapresse)

LONDRA – La parola chiave, oggi, per Federica Pellegrini sembra essere “leggerezza”. Un’Olimpiade tutta in salita, nessuna medaglia all’attivo, un podio che sembra lontanissimo e sempre preso da giovani giganti. Leggerezza e divertimento, qualche rammarico in meno e dopo Londra, perché no, magari un salto in tv. Lo dice la stessa Pellegrini: “Un reality, perché no? Se mi divertissi”. Una prospettiva che fino a poche settimane fa non rientrava nell’orizzonte del possibile. Perché la priorità, allora, era la piscina. Ma dopo le vasche di Londra qualcosa è cambiato. Nell’atteggiamento, soprattutto: “Il risveglio è stato sereno, questa Olimpiade non mi ha traumatizzata”, dice Federica, che si fermerà una settimana a Londra con Filippo Magini.

Se non fosse abbastanza chiaro: “Dopo le vacanze cercheremo di capire che cosa è successo, c’è tutto il tempo, perché né io né Filippo metteremo il nuoto tra le nostre priorità”. Qual era il problema? Si affrettano a chiedere i cronisti sportivi. E lei una risposta, ancora, non ce l’ha. Il tecnico Claudio Rossetto l’ha “scaricata”? “Mi sono affidata a Claudio per vincere due ori, se non ci credeva avrebbe dovuto dirmelo prima. Ma non ha detto questo, sono sicura”. E corregge il tiro: “Comunque dobbiamo fare un esame di coscienza, quando si sbaglia, si sbaglia tutti, atleti e staff. Le mie avversarie, a parte la Schmitt nei 200, erano raggiungibili, con uno stato di forma diverso”.

Federica ha già detto che vuole fermarsi un anno e puntare a Rio 2016. Ma l’ex allenatore Lucas brucia gli entusiasmi: “È una grande campionessa, però tornare su livelli alti dopo uno stop è molto difficile. Chi si ferma è perduto”. E lei, per ora, vuole fermarsi in tv.