Ferrari: nasce università per piloti di Formula Uno

Pubblicato il 18 Dicembre 2009 20:23 | Ultimo aggiornamento: 18 Dicembre 2009 20:25

Alcuni giovani piloti saranno seguiti nel processo di crescita, non soltanto dal punto di vista agonistico, ma anche sotto il profilo umano e professionale. È il progetto ‘Ferrari driver academy’ della scuderia di Maranello, che ha dato vita ad una vera e propria università dei piloti per selezionare giovani piloti, con l’obiettivo di lanciarli in Formula Uno.

Il primo “allievo” è già stato scelto: si tratta di Jules Bianchi, vincitore quest’anno dei titoli piloti e squadre nella Formula 3 Euroseries, che ha fatto il suo esordio al volante di una F60 nei recenti test di Jerez.

Il progetto, affidato a Luca Baldisserri, si svilupperà in maniera graduale lungo un percorso della durata pluriennale, che partirà dalle competizioni di kart per poi snodarsi attraverso le Formule intermedie fino ad arrivare a quelle propedeutiche alla Formula 1.

«Questo programma ha un obiettivo molto chiaro: far crescere dei giovani che possano, un giorno, difendere i colori della Ferrari nel Campionato del Mondo di Formula 1 – ha detto Stefano Domenicali – vogliamo farlo in maniera originale, lavorando a 360 gradi sulle persone in modo da prepararle ad affrontare nella maniera più idonea tutte le componenti che fanno parte dell’automobilismo sportivo dei giorni nostri».