Ferrero litiga con tifoso romanista su Twitter, botta e risposta da censurare

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 aprile 2019 16:45 | Ultimo aggiornamento: 7 aprile 2019 16:46
Ferrero litiga con tifoso romanista su Twitter, botta e risposta da censurare

Ferrero litiga con tifoso romanista su Twitter, botta e risposta da censurare

GENOVA – Lite social tra il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero e un tifoso romanista al termine della partita Sampdoria-Roma terminata sul punteggio di 0-1 con gol decisivo di Daniele De Rossi. Ferrero ha deciso di mettersi sullo stesso piano di un tifoso romanista che lo aveva citato in un messaggio sopra le righe per usare un eufemismo. 

Ferrero, botta e risposta con tifoso romanista su Twitter. Ecco i messaggi

Ecco il post social del tifoso romanista in dialetto romanesco (abbiamo censurato le parolacce): “Abbiamo vinto, oggi qualcuno correva, speriamo che se so svejati… P.S. Sampdoriano tifoso da 2 soldi, impara a tifare, se devi offendere e prendere per c…, fallo mentre largamente vinci, non sullo 0-0. SAMPDORIA M…. @unavitadacinema (che è il nickname di Massimo Ferrero) attaccate ar c….”.

Subito dopo, è arrivata la risposta dello stesso Massimo Ferrero. Anche questa è decisamente censurabile ed è scritta in un italiano discutibile: “Ce l’hai talmente piccolo che neanche lo vedo, xcui nu me posso attacca’. Però se vuoi accomodati sul mio. Prima di parlare dei miei tifosi Sampdoriani sciacquati la bocca..Ti Adoro”.

Cessione Sampdoria, Massimo Ferrero fissa il prezzo: “Vale tra 120-140 milioni”.

“Ho dato a Mediobanca una scadenza, se c’è qualcuno di veramente interessato deve farsi a avanti. Il valore della Sampdoria? Tra 120-140 milioni”. Lo ha detto il presidente Massimo Ferrero intervenuto oggi a Bogliasco al termine della conferenza stampa di Marco Giampaolo. Le sue dichiarazioni sono riportate sul sito internet dell’Ansa. “Tante chiacchiere, ma non ho mai ricevuto un’offerta scritta cauzionata” ha detto Ferrero.

E su Giampaolo spiega: “Finché ci sono io resta, perché siamo due fratellini. C’è un rapporto che va oltre alle figure di presidente e allenatore, ci stimiamo tanto. Ci sono tanti progetti in corso, soprattutto a Bogliasco.
    I quattro campi, la palazzina della prima squadra, l’albergo.
    Tutte queste cose che sono il mio orgoglio, il mio cuore, il mio sangue” ha concluso Ferrero.
(fonte: Ansa).