Festino durante coronavirus, Walker rischia esclusione a vita dalla Nazionale Inglese

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 7 Aprile 2020 15:24 | Ultimo aggiornamento: 7 Aprile 2020 15:24
Festino durante coronavirus, Walker rischia esclusione a vita dalla Nazionale Inglese

Festino durante coronavirus, Walker rischia esclusione a vita dalla Nazionale Inglese (foto Ansa)

MANCHESTER (INGHILTERRA) – Il festino a luci rosse durante la quarantena da coronavirus potrebbe costare caro a Kyle Andrew Walker

Stando a quanto riferito dal Daily Star, il ct Southgate starebbe pensando di escludere a vita Walker dalla Nazionale Inglese di Calcio

Il City, invece, avrebbe deciso di punirlo con una multa da 230 mila euro. Questi soldi dovrebbero essere donati a strutture ospedaliere che sono in prima linea nella lotta al coronavirus.

Coronavirus, Walker ha violato la quarantena per organizzare un festino con un amico e due prostitute.

Una settimana fa invitava tutti a stare a casa per contrastare l’emergenza coronavirus ma poi lui stesso ha interrotto la quarantena per organizzare a casa sua un festino con un amico e due prostitute.

A finire nei guai è il giocatore del Manchester City Kyle Walker secondo quanto riporta oggi il tabloid “The Sun”.
  
  Il giocatore – ricorda il giornale inglese – a fine marzo, con altri calciatori (Dele Alli, Riyad Mahrez, James Maddison, Ben Chilwell) era stato intercettato in vari pub di Londra in piena pandemia.

 Il difensore ha chiesto scuse per l’accaduto ma questo non gli ha evitato la multa da parte del Manchester City.

“Voglio cogliere l’occasione per presentare scuse pubbliche per le scelte che ho fatto la scorsa settimana.

Capisco che la mia posizione di calciatore professionista porta la responsabilità di essere un modello.

In quanto tale, desidero scusarmi con la mia famiglia, i miei amici, la squadra di calcio, i tifosi e il pubblico per averli delusi”.