Fifa, Joseph Blatter rieletto e si dimette: “Incastrato dalla mail del vice”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 2 Giugno 2015 19:31 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2015 21:31
Fifa, Joseph Blatter rieletto e si dimette: "Incastrato dalla mail del vice"

Fifa, Joseph Blatter rieletto e si dimette: “Incastrato dalla mail del vice”

ROMA – Una mail del suo vice gli è costata il posto di presidente della Fifa. Joseph Sepp Blatter, rieletto nemmeno una settimana fa, il 2 giugno ha annunciato le sue dimissioni. Lo scandalo di corruzioni e tangenti per i diritti tv Fifa investe così anche Blatter e le elezioni per il nuovo presidente sono state fissate nel marzo 2016.

Il sacrificio di Blatter, su cui pesano le indagini dell’Fbi, è stato definito una scelta coraggiosa dal presidente della Uefa Michel Platini, che aveva aspramente criticato la sua rielezione. Alì di Giordania, suo sfidante alla presidenza della Fifa, invece l’ha definita la mossa giusta e si è detto a disposizioni di tutte le federazioni nazionali che vogliono cambiare.

LE DIMISSIONI – Blatter ha spiegato di essersi dimesso da presidente della Fifa, ma che rimarrà in carica fino alle nuove elezioni:

“Tengo alla Fifa più di qualsiasi cosa. Sebbene io sia stato rieletto presidente, mi sembra di non avere l’appoggio del mondo del calcio. E per questo convocherò un Congresso straordinario e rimetterò il mio mandato. Un nuovo presidente verrà eletto e sarà il mio successore”.

Il presidente dimissionario della Fifa ha detto:

“Continuerò a esercitare le mie funzioni finché non verrà scelto un nuovo presidente. Il congresso ordinario è in programma il 13 maggio 2016 a Città del Messico, ma è possibile che tra dicembre e marzo si riunirà il Congresso elettivo straordinario. Tengo alla Fifa più che a qualsiasi cosa, e voglio il meglio per il calcio, per questo avevo deciso di ricandidarmi alla presidenza. Le elezioni sono finite, ma le sfide che abbiamo davanti no. La Fifa ha bisogno di una profonda ristrutturazione: ecco perché ho convocato il consiglio elettivo straordinario. Tutto sarà fatto nel rispetto dello statuto e coloro che vogliono candidarsi avranno il tempo sufficiente per farlo”.

La Fifa ha anche fatto sapere, tramite il dirigente Domenico Scala, che nell’occasione verrà proposto, e votato, anche un limite di mandato per il presidente e i membri del comitato esecutivo.

LE REAZIONI – Platini ha definito la decisione di Blatter “coraggiosa”, sottolineando che si è trattata di una decisione difficile ma che va nella giusta direzione. Di “mossa giusta” parla invece Alì bin Al Hussein, che ha detto:

“Quella di Blatter è la mossa giusta, penso che ora dobbiamo cominciare a pensare al futuro. Sono a disposizione di tutte le federazioni nazionali che vogliono cambiare, comprese quelle che avevano paura di farlo”.