Filippo Lombardi, ultrà Roma, si farà tre anni di carcere in Inghilterra: partecipò alla rissa ma non colpì Sean Cox

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 ottobre 2018 10:51 | Ultimo aggiornamento: 19 ottobre 2018 10:51
Filippo Lombardi, ultrà Roma, si farà tre anni di carcere in Inghilterra: partecipò alla rissa ma non colpì Sean Cox

Filippo Lombardi, ultrà Roma, si farà tre anni di carcere in Inghilterra: partecipò alla rissa ma non colpì Sean Cox

ROMA – L’ultrà giallorosso processato a Preston in Inghilterra per l’aggressione a Sean Cox, il tifoso del Liverpool finito in coma dopo i violenti scontri prima della semifinale di Champions League, dovrà scontare tre anni nelle galere inglesi. Filippo Lombardi è stato giudicato colpevole di aver provocato disordini violenti con un’altra trentina di tifosi romanisti, ma non di aver aggredito personalmente Sean Cox, che resta tuttora semiparalizzato.

Secondo la Preston Crown Court, sarebbe stato un altro uomo – identificato come N40 – a infliggere a Cox il pugno violentissimo che il 24 aprile lo ha mandato a terra. Un altro ultrà coinvolto negli incidenti è stato arrestato a Roma: la Corte di Preston sta aspettando che venga estradato per processarlo. 

A inchiodare Lombardi è stato un video nel quale appare sventolare una cinta a mo’ di frusta. Ma questo gli è valso la condanna solo per il capo di accusa meno grave, visto che le immagini mostrano un altro ultrà nell’atto di colpire Cox.

Il verdetto è stato emesso da una giuria popolare di sei uomini e sei donne dinanzi alla Preston Crown Court. “Le sue azioni e quella di altri supporter romanisti hanno macchiato il buon nome del football e hanno gettato vergogna sull’AS Roma”, ha detto il giudice Mark Brown a conclusione dell’udienza.