Finale Champions League, rabbia tifosi Inter: è caos pacchetti per Madrid

Pubblicato il 21 maggio 2010 14:19 | Ultimo aggiornamento: 21 maggio 2010 14:19

“C’é gente che è qui dalle 8 del mattino – spiega il milanese Alessandro Betti – io ho preso un giorno libero al lavoro e sono in fila da tre ore per sentirmi dire che io e i miei amici, voleremo su quattro aerei diversi.

Abbiamo acquistato quattro pacchetti, a 900 euro l’uno: volevamo viaggiare insieme, ora non sappiamo. Tra l’altro ho ricevuto la conferma via mail nella notte ma qui c’é chi non la ha ancora ricevuta”.

Sergio Orlandi, arriva da Lecce insieme alla figlia. “C’é gente che aveva un volo di rientro nella notte di sabato – ha spiegato – e, ora, se lo ritrova nella mattinata di domenica: lo dovevano dire, come si fa a stare a Madrid la notte senza un posto dove dormire?”.

Nelle sale della società, in piedi da alcune ore, c’é un uomo che si sente male e viene portato via a braccia da due sanitari del 118 e c’é chi inizia a tentare scambi di voli con i colleghi-tifosi, in modo da trovare la soluzione migliore. “Se mi danno il biglietto della partita – assicura invece il milanese Andrea Allievi – il volo glielo lascio e parto per Madrid in macchina insieme agli amici e non separati”. E nella confusione – che non trascende mai nonostante l’arrabbiatura evidente – c’é chi commenta con ironia. “Io sono romano e abbonato all’Inter da anni – puntualizza un commercialista al lavoro tra la Capitale e Milano – quasi quasi divento romanista…. Se avessi saputo che c’era il rischio di orari dei voli cambiati, non avrei preso il pacchetto. Domenica ho una comunione a Roma, avrei preso un volo con una compagnia aerea”.