Finale Euro 2020, Italia trema: Alberto Rimedio e due operatori Rai a Coverciano positivi al Covid

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 9 Luglio 2021 14:50 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2021 18:53
Finale Euro 2020, Italia trema: tre operatori Rai a Coverciano positivi al Covid

Finale Euro 2020, Italia trema: tre operatori Rai a Coverciano positivi al Covid (foto Ansa)

Finale Euro 2020, Italia trema: Alberto Rimedio e due operatori Rai a Coverciano positivi al Covid. Il centro sportivo degli azzurri è stato subito chiuso al pubblico a scopo precauzionale. Solamente dopo la sanificazione accurata degli ambienti, i calciatori potranno tornare ad allenarsi in vista della finalissima di Euro 2020.

Alberto Rimedio è il telecronista ufficiale della Rai per le partite della Nazionale Italiana di Calcio. Dato che è positivo al Covid, dovrà rinunciare alla finalissima di Wembley. La Rai comunicherà nelle prossime ore il nome del sostituto. 

Aggiornamento delle ore 12:19.

Tre operatori Rai che lavorano a Coverciano hanno il Covid, la reazione dello staff azzurro

Diciamo subito che, nonostante la fisiologica apprensione, lo staff azzurro è abbastanza tranquillo perché i contatti con questi operatori Rai, poi risultati positivi al Covid, sono avvenuti nel rispetto delle stringenti norme anti Covid.

Ma è normale allarmarsi perché manca veramente poco alla finalissima di Euro 2020 contro l’Inghilterra. Un evento storico. L’Italia ha vinto solamente un Campionato Europeo di Calcio nel lontano 1968. Questa competizione risulta spesso ‘stregata’ (mentre gli azzurri hanno ben 4 Mondiali in bacheca).

Italia a caccia di un trionfo storico contro l’Inghilterra

Infatti l’Italia è giunta altre due volte in finale, nel 2000 contro la Francia e nel 2021 contro la Spagna, senza riuscire più a portare a casa questo prestigioso trofeo. Ma l’appuntamento conta moltissimo anche per i padroni di casa dell’Inghilterra. Loro hanno in bacheca solamente un Mondiale, vinto nel 1966 in casa, e non erano mai arrivati fino in fondo ad un Europeo. 

Insomma, in ogni caso sarà un trionfo storico. Gli azzurri ovviamente sperano di arrivare a questo appuntamento senza brutte sorprese legate al Covid. Il rispetto delle norme contro il Coronavirus potrebbe risultare decisivo in vista della finalissima di Euro 2020.