Fiorentina, Mihajlovic: "Siamo più forti della Lazio"

Pubblicato il 1 Ottobre 2011 22:52 | Ultimo aggiornamento: 1 Ottobre 2011 22:54

FIRENZE – Caccia alla terza vittoria interna consecutiva che permetterebbe di restare ai vertici e mantenere alto l'entusiasmo: e' l'obiettivo della Fiorentina, ma per centrarlo dovra' superare l'ostacolo Lazio.

Sfida importante, lo conferma anche la presenza di Andrea Della Valle che ha voluto seguire la rifinitura e stare in ritiro con la squadra.

''Quella di domani sara' una partita fondamentale, il primo di una serie di esami di maturita' e non vogliamo fallirlo, la Lazio e' forte ma noi siamo meglio – ha affermato Mihajlovic – Ora dobbiamo trovare la continuita', dopo il ko di Udine siamo stati bravi a scrollarci di dosso ogni negativita'.

Adesso bisogna scordarci la buona prova di Napoli e fare possibilmente meglio''. Di qui l'appello ai tifosi: ''C'e' bisogno del loro aiuto, spero vengano in tanti, dobbiamo vincere per rimanere in alto e vivere le prossime settimane in modo sereno''. La Lazio resta temibile malgrado il ko e le fatiche europee: ''A Lisbona non meritava di perdere, sono sicuro che verra' a Firenze per riscattarsi; di solito fuori casa sa essere piu' pericolosa, all'Olimpico sente di dover fare a tutti i costi risultato e cio' le crea difficolta' con avversari che si chiudono''. Mette in guardia la sua difesa dall'attacco biancoceleste, a partire da Klose, che sull'Arno non trovera' un clima idilliaco.

Firenze non ha scordato il suo gol in fuorigioco, con il Bayern Monaco, che contribui' all'uscita della Fiorentina dalla Champions. ''Conoscevo Miroslav ma non credevo fosse cosi' forte – ha detto il tecnico serbo – Poi ci sono Cisse', Hernanes, Ledesma. Dovremo essere impeccabili; li abbiamo studiati e sappiamo dove colpire, proveremo a essere piu' bravi''. Reja permettendo: ''Bravissima persona e ottimo allenatore, credo che farebbe a cambio con me per tornare alla mia eta' – ha sorriso – Non capisco perche' venga contestato, e' esperto e competente. Due anni fa ha salvato la Lazio dopo un'annata incredibile. La scorsa stagione l'ha tenuta in testa per gran parte del campionato e pure in queste prime giornate ha dimostrato di saperla schierare bene''. ''Roma e' una piazza particolare, ti fa pagare l'unico neo che nel suo caso e' non aver ancora vinto un derby: mi auguro che vinca il prossimo''. Sulla formazione sciogliera' i dubbi all'ultimo (uno riguarda Silva) mentre e' certa la conferma di Behrami mediano.

Mihajlovic e' l'ex piu' illustre della sfida: ''Nei sei anni biancocelesti ho vinto tutto quel che si poteva: non dimentico nulla, tifero' sempre Lazio e le auguro di vincere sempre ma ovviamente non domani''. Il ko subito l'anno scorso a Roma con la Lazio provoco' la contestazione dei tifosi viola: ''Nonostante tutto quell'episodio solletico' i giocatori nell'orgoglio.

Non intendo istigare alla violenza, sia chiaro, pero' quelle grida, quelle parolacce, pure quegli sputi servirono a dare la scossa all'ambiente''. Intanto il viola club 'Lorenzo De Silvestri' donera' parte del ricavato del proprio tesseramento alla Fondazione Gabriele Sandri.