Fiorentina-Milan 1-1, la partita degli ex: Rebic segna, Cutrone si guadagna il rigore del pareggio

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 22 Febbraio 2020 22:58 | Ultimo aggiornamento: 22 Febbraio 2020 22:58
Fiorentina-Milan 1-1, la partita degli ex: Rebic segna, Cutrone si guadagna il rigore del pareggio

Fiorentina-Milan 1-1, Cutrone si è guadagnato il rigore del pareggio (fermo immagine Dazn)

FIRENZE – Uno a uno al Franchi. Il Milan ha tentato la fuga con il gol dell’ex Rebic ma poi Cutrone, altro ex, è entrato in campo e si è guadagnato il rigore che ha fissato il risultato sul definitivo uno a uno. I rossoneri hanno perso la grande occasione di portarsi a meno uno dalla Roma, mentre i viola hanno strappato un punto prezioso in chiave salvezza.

Fiorentina-Milan 1-1, Pulgar ha risposto a Rebic: occasione sprecata per i rossoneri. 

Il Milan è rammaricato perché non è riuscito a vincere con l’uomo in più mentre la Fiorentina è riuscita ad impattare il match in inferiorità numerica. Hanno fatto discutere alcune decisioni del direttore di gara che nel primo tempo ha annullato una rete ad Ibrahimovic, che sembrava regolare, mentre nella ripresa ha assegnato un rigore ai viola quantomeno dubbio. 

Il primo tempo è terminato sul risultato di zero a zero. Il Milan ha giocato meglio e avrebbe meritato di chiuderlo in vantaggio ma, come detto poco sopra, l’arbitro ha annullato un gol a Ibrahimovic che ai fini del regolamento è regolare perché lo svedese tocca il pallone con il braccio in maniera involontaria ed il braccio è perfettamente attaccato al corpo. Poi Ibra semina in dribbling gli avversari e batte Dragowski con un tocco imprendibile. 

Il Milan inizia alla grande anche il secondo tempo. Prima passa in vantaggio con l’ex Rebic poi costringe la Fiorentina all’inferiorità numerica per un fallo da ultimo uomo di Dalbert su Ibrahimovic lanciato a rete. A velocità normale l’arbitro aveva ammonito il brasiliano ma poi grazie all’aiuto del var lo ha espulso. 

Nel momento di maggiore difficoltà, sotto di un gol e di un uomo, la Fiorentina è rientrata in partita con orgoglio. Iachini ha gettato nella mischia Cutrone e l’ex calciatore del Milan ha dato il sangue pur di far un dispetto alla sua vecchia squadra e c’è riuscito.

All’85’, Cutrone si è smarcato in area ed è andato giù dopo un contatto con Romagnoli. Il difensore del Milan prende prima il pallone  e poi l’avversario, per l’arbitro è rigore. Dagli undici metri, non ha fallito Pulgar. Uno a uno a Firenze, un risultato che fa felice unicamente la Fiorentina. Per il Milan sono due punti persi per come si era messa la partita.