Fiorentina

Coppa Italia, Fiorentina in finale: 2-0 all’Udinese

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina (LaPresse)

Vincenzo Montella, allenatore della Fiorentina (LaPresse)

FIRENZE, STADIO ARTEMIO FRANCHI – La Fiorentina è la prima finalista della Coppa Italia 2014. La squadra di Vincenzo Montella ribalta la sconfitta del Friuli e supera 2-0 al Franchi un’Udinese sprecona e nel finale anche troppo nervosa.

Decidono le reti di capitan Pasqual e dell’ex di turno Cuadrado, due uomini simbolo della squadra viola. E’ un traguardo prestigioso per la Fiorentina, che torna in finale di Coppa Italia dopo quella vinta nel doppio confronto contro il Parma nel 2001.

I viola attendono ora la vincente del confronto tra Napoli  e Roma, si riparte domani dal 3-2 per i giallorossi dell’andata. Sarà il primo appuntamento con un trofeo da mettere in bacheca per la famiglia Della Valle da quando ha rilevato la proprietà della squadra.

Per l’Udinese resta il rammarico dell’ottima partita disputata e per le tante occasioni sprecate sia nel primo che nel secondo tempo con i suoi uomini di punta Di Natale e Muriel. Unica  nota stonata per la Fiorentina, l’ammonizione di Cuadrado che diffidato salterà la finale di Roma.

Primo tempo spettacolare, con la  Fiorentina avanti grazie a una magia di Pasqual mentre l’Udinese può recriminare per aver sprecato almeno un paio di occasioni clamorose con capitan Di Natale.

Viola che partono subito forte e che alla prima occasione sbloccano il risultato: su lancio di Pizarro, Joaquin serve di testa l’accorrente Pasqual che si coordina e con una bella girata di sinistro infila la palla sotto la traversa. Colpita a freddo,  l’Udinese prova subito a recuperare lo svantaggio trascinata da Di Natale.

Il capitano bianconero sfiora il pareggio al 25′, quando spara alto da ottima posizione su un assist al bacio di Pereyra. La squadra di Guidolin spinge e si rende pericolosa ancora con un diagonale di Silva respinto da Neto. Udinese anche sfortunata quando poco dopo la mezzora, Di Natale su cross di Domizzi colpisce di testa ma manda la palla sul palo. La porta viola sembra stregata,  allo scadere del tempo ancora Di Natale ci prova da fuori area ma la palla finisce in angolo.

Secondo tempo che inizia subito con la Fiorentina pericolosa con un destro di Joaquin dal limite deviato con ottimo riflesso dal baby portiere Scuffet. E’ il preludio al  raddoppio viola che arriva poco prima del quarto d’ora: Pizarro con un lancio alla perfezione innesca il contropiede di Cuadrado che arriva ai 20 metri a lascia partire un destro violentissimo che si insacca all’incrocio dei pali.

Nulla da fare per l’incolpevole Scuffet. Il gol taglia le gambe all’Udinese, che vede avvicinarsi l’ombra di una cocente delusione. Guidolin si gioca tutte le carte a disposizione, manda in campo Muriel e poi a sorpresa toglie Di Natale per il giovane Nico Lopez. Bisogna attendere i minuti finali per nuove vibranti emozioni.

Pasqual con una chiusura provvidenziale nega ad Heurtaux la conclusione da due metri. Vibranti le proteste dell’Udinese, che voleva il calcio d’angolo. L’arbitro Massa espelle Badu dalla panchina e successivamente anche Domizzi.

Proprio nell’ultimo dei cinque minuti di recupero, la squadra di Guidolin spreca l’ultima grande occasione per forzare il match au supplementari, con Muriel che solo in area tira in diagonale ma trova Neto sulla sua strada. Sulla palla vagante Nico Lopez prova di testa, ma il tiro è debole e ancora Neto para. Il portiere brasiliano viene sommerso dall’abbraccio dei suoi compagni al triplice fischio finale, una parata che vale un gol e soprattutto una finale.

Formazioni ufficiali 

‪#‎FIORENTINA‬: Neto, Diakite, Rodriguez, Savic, Pasqual, Pizarro, Aquilani, Fernandez, Cuadrado, Joaquin, Matri. ALL Montella

‪#‎UDINESE‬: Scuffet, Heurtaux, Danilo, Domizzi, Widmer, Pinzi, Allan, Pereyra, Gabriel Silva, Fernandes, Di Natale. ALL Guidolin

Arbitro: Massa.

To Top