Flavia Pennetta ci ripensa: “Ritiro? A Rio potrei esserci”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Dicembre 2015 11:23 | Ultimo aggiornamento: 16 Dicembre 2015 11:23
Flavia Pennetta ci ripensa: "Ritiro? A Rio potrei esserci"

Flavia Pennetta ci ripensa: “Ritiro? A Rio potrei esserci”

ROMA – Il tormentone sul ritorno all’attività agonistica di Flavia Pennetta e sulla sua partecipazione alle prossime Olimpiadi non accenna a scemare e anzi, in occasione della cerimonia di consegna dei Collari d’oro al merito sportivo, registra l’ennesima puntata con la tennista ferma nel confermare lo stop annunciato dopo la vittoria degli Us Open. “E’ un momento in cui mi sto prendendo un po’ di tempo per me stessa, poi se dovessi avere veramente voglia potrò tornare indietro – le parole della brindisina, premiata per il successo a New York – Alla fine è una decisione mia, ho scelto di smettere, e se mi sentirò di andare ai Giochi di Rio sarà presa un’altra decisione, ma resta sempre l’1% di possibilità”.

Ancora meno le chance di vederla in campo al fianco del suo compagno Fognini: “Il doppio misto? No no, Fabio è meglio tenerlo nel privato che poi – aggiunge sorridendo – quando si mischiano le cose magari si divorzia prima del previsto”. Insomma, la voglia di riprendere la racchetta in mano ancora non è tornata. “Non mi metto nessuna pressione, nessun tempo limite, dipenderà tutto da quello che sento – confessa Pennetta – E’ più una cosa mia personale, che riguarda solo me stessa e la voglia di competere che a volte non ho, e che purtroppo quando sei ad alti livelli devi avere sempre altrimenti le giovani ti passano sopra… Se lascio, sicuramente non sarà per amore. Ieri ero a cena con Malagò e abbiamo fatto qualche chiacchiera… Siamo sempre amici”.

E proprio il presidente del Coni si sta spendendo in prima persona per cercare di far cambiare idea alla Pennetta. “Se a Flavia non viene fatta sempre la stessa domanda, se viene lasciate un attimo in pace forse qualche possibilità in più ce l’ho – sottolinea il numero uno del Comitato olimpico -. Altrimenti si rende difficile il mestiere di chi per sei mesi spera possa dare un contributo al nostro paese. Flavia ha detto che la percentuale di un suo ripensamento resta ferma all’1% anche dopo la nostra cena? Io dico che siamo passati all’1,001”.

Nessuna quota invece da parte del premier Matteo Renzi, ospite d’onore della cerimonia andata in scena al Parco del Foro Italico di Roma. “Non sono qui per far desistere Flavia, decide lei” la posizione del presidente del Consiglio, che poi ha raccontato un aneddoto legato al giorno della finale dell’Us Open e all’annuncio del ritiro fatto dalla Pennetta in quell’occasione: “Dovevate vedere la faccia di Malagò quando Flavia ha detto quello che ha detto…poi guardava me, come se fossi un grande esperto di inglese, e mi faceva ‘hai capito? Ma tanto continua…’. In ogni caso posso dire che ci hanno regalato un’emozione meravigliosa, e vedere quello stadio da 22 mila posti pieno di bandiere italiane è stato meraviglioso”.