Foggia-Cosenza, Zeman furioso: “Errore arbitrale decisivo”

Pubblicato il 13 Dicembre 2010 9:36 | Ultimo aggiornamento: 13 Dicembre 2010 12:25

Zdenek Zeman

Dopo la sconfitta contro il Cosenza, figlia di un arbitraggio a dir poco scandaloso, è inevitabile partire dall´episodio chiave della gara.
Il commento di Zdenek Zeman sul gol irregolare segnato da Biancolino è eloquente: “Episodio decisivo sulla partita, purtroppo l´arbitro fa parte del gioco e bisogna accettare le sue decisioni, anche se è un po´grave il fatto che nessuno dei tre arbitri abbia visto niente. In generale sono soddisfatto della prestazione, abbiamo giocato per novanta minuti solo noi mettendo in difficoltà l´avversario, e quello è buon segno. Normale che dispiace aver perso, purtroppo non sempre il risultato dipende da ciò che si vede in campo. Il Cosenza già dall´inizio ha giocato una partita in difesa, solo con una punta e dopo si son chiusi anche di più. A noi è mancata un po´ di lucidità ma i ragazzi ci hanno provato. Per la prestazione che ha fatto, direi che la squadra meritava la vittoria”.
Il Foggia paga caro anche qualche leggera indecisione in difesa: “Sì, ci sono stati due contropiedi pericolosi in cui non siamo stati capaci di coprire, ma fa parte del gioco perchè per arrivare al pareggio bisogna rischiare qualcosa”.
In ogni caso, ci sono stati dei miglioramenti rispetto alla sconfitta dello Iacovone e il tecnico boemo lo sottolinea: “Sì, oggi tutta un´altra partita. Magari giocassimo sempre così. Stanchezza dopo il secondo gol del Cosenza? No, direi più un colpo psicologico. Anche se abbiamo cercato sempre di fare la partita, magari è mancata la lucidità. Però fisicamente la squadra c´è stata per tutti i novanta minuti”.
Sul Cosenza, il commento di Zeman è secco: “Una squadra esperta, oggi direi anche fortunata”.

L´autore del gol del momentaneo pareggio rossonero, Roland Varga, è visibilmente amareggiato per l´esito dell´incontro: “Oggi abbiamo condotto noi la partita e dispiace che l´arbitro abbia commesso questi errori. Sul loro primo gol Biancolino ha tolto palla a Santarelli con le mani, ma oltre a questo non sono stati fischiati due rigori al Foggia, uno per fallo su di me e l´altro su Sau. Sono episodi che avrebbero potuto cambiare la partita. Avevamo raddrizzato subito la gara, ma poi siamo stati anche sfortunati. Il Cosenza ha giocato solo di contropiede sfruttando le ripartenze. Stanchezza nel finale? Beh, un po´ sì. Stiamo lavorando tantissimo ma bisogna continuare a farlo anche perchè stiamo migliorando. Non guardiamo la classifica perchè il campionato è ancora lungo”.