Fonseca via dalla Roma, è ufficiale: al suo posto Sarri o Allegri? E Mangiante “chiama” Burdisso

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 4 Maggio 2021 13:29 | Ultimo aggiornamento: 4 Maggio 2021 13:33
Fonseca lascia la Roma, è ufficiale: al suo posto Sarri o Allegri? E Mangiante "chiama" Burdisso

Fonseca lascia la Roma, è ufficiale: al suo posto Sarri o Allegri? E Mangiante “chiama” Burdisso (Foto Ansa)

Paulo Fonseca lascia la Roma a fine stagione. Niente di sorprendente, era già del tutto evidente. Ma ora è arrivato il comunicato ufficiale del club. E ora chi sarà il prossimo allenatore giallorosso? I nomi più gettonati, da mesi sono quelli di Sarri o Allegri. A meno che la società non abbia intenzione di puntare su un profilo tenuto finora nascosto.

Radiomercato nelle ultime ore dà in pole position Sarri. Che sarebbe stuzzicato dall’idea di tornare in serie A. Anche Allegri vuole tornare ad allenare, ma forse può aspirare a un club più ambizioso (anche a livello internazionale).

Intanto Angelo Mangiante, giornalista di Sky Sport molto vicino all’ambiente romanista, ha individuato un altro problema. La distanza tra la squadra e la società. Secondo lui serve un “uomo di campo”. Uno che faccia da raccordo tra giocatori e dirigenti. E per questo ruolo ha proposto Burdisso, ex calciatore giallorosso.

Fonseca lascia la Roma a fine stagione: il comunicato ufficiale

L’AS Roma comunica che Paulo Fonseca lascerà il Club al termine della stagione”, è la nota del club giallorosso che ufficializza l’addio del tecnico portoghese. “A nome di tutti all’AS Roma, vorremmo ringraziare Paulo Fonseca per il duro lavoro e la leadership dimostrati durante questi due anni”, ha dichiarato Dan Friedkin, presidente del Club.

Angelo Mangiante chiama Burdisso

Angelo Mangiante, giornalista di Sky, è intervenuto a Rete Sport per parlare del momento della Roma.

“Bisogna prendere due uomini di campo. Questa è una proprietà in cui i presidenti vogliono farsi da parte. I Friedkin vengono all’Olimpico, ma non rilasciano dichiarazioni. Per questo a maggior ragione serve un front man che mette la faccia, specie quando la situazione è difficile. Fonseca è in palese difficoltà a spiegare cosa sta succedendo. Pinto? Non mi sembra uno che ama troppo le interviste”.

“Qual è il nome dell’uomo di campo? Io ce l’ho un nome, secondo me è addirittura più importante dell’allenatore. Si tratta di Nicolas Burdisso. Ma quante cose potrebbe insegnare ai ragazzi che vengono a giocare nella Roma? Burdisso è libero, lo andrei a prendere domani e gli farei firmare un contratto per quattro anni”.