Champions League: Arsenal mette ko Napoli (2-0), Milan pari con l’Ajax (1-1)

di redazione Blitz
Pubblicato il 1 ottobre 2013 23:12 | Ultimo aggiornamento: 1 ottobre 2013 23:16
Formazioni Champions League: Arsenal-Napoli e Ajax-Milan alle 20.45

Formazioni Champions League: Arsenal-Napoli e Ajax-Milan alle 20.45

ROMA – Nessuna vittoria per le squadre italiane nel martedì di Champions League

 Il Milan ha pareggiato in ‘zona Cesarini’ contro l’Ajax grazie ad un rigore guadagnato e trasformato da Mario Balotelli.

Prestazione negativa del Napoli sul campo dell’Arsenal. I partenopei hanno perso 2-0 a Londra senza mai entrare realmente in partita.

Gruppo H: Barcellona 6, Milan 4, Ajax 1, Celtic 0.

Gruppo F: Arsenal 6, Napoli e Borussia 3, Marsiglia 0

Arsenal-Napoli 2-0, gol: Ozil 7′, Giroud 14′   

Un grande Arsenal domina il Napoli all’Emirates stadium e riporta sulla terra il Napoli dopo l’esaltante notte di Champions contro il Borussia Dortmund.

Una vittoria che consente alla squadra di Wenger di issarsi da sola al comando del girone F a punteggio pieno, con gli azzurri raggiunti a quota 3 dal Borussia Dortmund che ha superato 3-0 l’Olympique Marsiglia.

Senza Higuain infortunato, il Napoli è apparso l’ombra della bella squadra vista nelle ultime settimane. Troppo timida e mai  in partita, gli Azzurri tornano a casa con un passivo che poteva essere anche maggiore.

Partenza devastante dell’Arsenal, che di fatto chiude la partita nel giro di un quarto d’ora. Un Napoli timido e colto di sorpresa dalla spinta continua  degli uomini di Wenger che non lasciano spazi alla manovra ai partenopei.

Gunners in vantaggio all’8′: Ramsey va via a Zuniga sulla destra e serve al limite per l’accorrente Ozil che con un sinistro di controbalzo infila il pallone alle spalle di Reina.

La squadra di Benitez sbanda paurosamente e al 15′ va sotto per 2-0: Britos sbaglia il rinvio su rimessa laterale, ne approfitta sulla destra Ozil che centra in mezzo per Giroud che da due passi insacca di sinistro.  L’Arsenal è scatenato, sulla sinistra Sagna fa impazzire Zuniga fresco di rinnovo. Napoli non pervenuto.

Con il risultato ormai compromesso, nel secondo tempo il Napoli abbozza una reazione tirando fuori almeno il carattere. La superiorità tecnica e tattica  dell’Arsenal è però evidente e infatti sono ancora i Gunners a sfiorare il gol quando Giroud dalla destra serve in mezzo per Rosicky che da due passi manca il pallone.

Benitez prova a cambiare le carte in tavola inserendo prima Mertens per Pandev e poi Zapata per Callejon. La musica in avanti però non cambia, le uniche conclusioni degne di nota sono un paio di tiri da fuori area di Inler e Insigne. L’Arsenal che resta padrone del  campo, nel finale sfiora ancora il 3-0 su deviazione sottomisura di Koscielny sventata da Reina.

Delusione per i 5mila tifosi del Napoli presenti all’Emirates, che non hanno mai smesso di incitare la squadra anche dopo l’inizio ad handicap.

Arsenal (4-2-3-1): Szczesny; Sagna, Mertesacker, Koscielny, Gibbs; Flamini, Arteta; Ramsey (88′ Monreal), Ozil, Rosicky (63′ Wilshere); Giroud. A disposizione: Fabianski, Vermaelen, Jenkinson, Gnabry, Bendtner. All. Wenger

Napoli (4-2-3-1): Reina; Mesto, Albiol (83′ Fernandez), Britos, Zuniga; Behrami, Inler; Callejon (77′ Zapata), Hamsik, Insigne; Pandev (61′ Mertens). A disposizione: Rafael, Cannavaro, Armero, Dzemaili. All. Benitez

Arbitro: Mazic (Serbia).

Ajax-Milan 1-1 Denswil 89′ e Balotelli 93′ (rigore)  

Succede tutto nel finale tra Ajax e Milan, con Balotelli che su calcio di rigore evita una sconfitta che sembrava una punizione eccessiva per la squadra di Allegri. Dopo un brutto primo tempo, dominato dall’Ajax, nella ripresa il Milan ha giocato meglio.

Balotelli ha colpito una traversa, poi nei minuti di recuoero è successo di tutto: Lancieri avanti con un gol di Denswil di testa, il pari su penalty generoso trasformato da Supermario.

Un pareggio che consente comunquen al  Milan di portarsi al secondo posto da solo nella classifica del Gruppo H alle spalle del Barcellona, vittorioso in casa dei Celtic.

Partenza negativa per il  Milan, che non riesce praticamente mai a superare la propria metà campo. Sono dell’Ajax le occasioni più pericolose anche se i lancieri, nonostante un netto predominio nel possesso palla di fatto impensieriscono Abbiati solo con conclusioni da fuori area.

La squadra di Allegri gioca sempre dietro la linea del pallone, ma per sua fortuna la manovra dell’Ajax è molto lenta e spesso facile preda dell’ottimo De Jong. La  conclusione più pericolosa del primo tempo è un bolide di Denswil dal limite che termina di poco alto.

Nel secondo tempo è tutto un altro Milan. Rossoneri subito pericolosi con Montolivo che si inserisce sotto misura, ma calcia sul portiere da ottima posizione. E’ poi la volta di Balotelli salire in cattedra. Supermario si smarca sulla sinistra, calcia a botta sicura a girare ma Cillessen con un balzo felino tocca quel tanto che basta a deviare la palla sulla traversa.

La partita sembra aver cambiato padrone, Allegri non ha gradito l’atteggiamento della prima parte e ha chiesto al suo centrocampo un cambio di ritmo. Quando il Milan sembrava voler spingere sull’acceleratore alla ricerca del gol, si ridesta l’Ajax. I  Lancieri nel finale sfiorano la rete con De Jong e soprattutto trovano il vantaggio con un bel colpo di testa di Denswil su angolo.

Per il Milan sembra una beffa, ma ci pensa l’arbitro Eriksson a rimediare regalando a Balotelli un rigore per un fallo di Van der Hoorn, che invece aveva subito il fallo dell’attaccante rossonero. Balotelli scaccia i fantasmi del rigore fallito contro il Napoli e con freddezza firma l’1-1.

AJAX (4-3-3): Cillessen; Van Rhijn, Denswil, Moisander, Blind; S. De Jong, C.Poulsen, Duarte; De Sa, Sightorsson, Fischer. A disposizione: Vermeer, Van Der Hoorn, Boilesen, Schone, Andersen, Klaasen, Hoesen. All.: F.De Boer

MILAN (4-3-1-2): Abbiati; Abate, Zapata, Mexes, Constant; Muntari, Montolivo, N.De Jong: Birsa; Robinho, Balotelli. A disposizione: Amelia, Zaccardo, Poli, Nocerino, Cristante, Emanuelson, Matri. All.: Allegri.