Champions League, Barcellona e Psg ipotecano quarti di finale. Messi – Ibra show

di Redazione Blitz
Pubblicato il 18 febbraio 2014 23:14 | Ultimo aggiornamento: 18 febbraio 2014 23:16
Gerardo Martino, allenatore del Barcellona (LaPresse)

Gerardo Martino, allenatore del Barcellona (LaPresse)

ROMA – I primi scampoli della fase decisiva di Champions regalano gioco e gol (sei in tutto), ma soprattutto spettacolo.

Due big del calibro del Paris Saint-Germain e del Barcellona, mettono subito le cose in chiaro, nell’andata degli ottavi di finale, vincendo in trasferta rispettivamente contro Bayer Leverkusen e Manchester City.

Soprattutto i francesi di Laurent Blanc seppelliscono i tedeschi sotto un poker di gol, che porta la firma di Matuidi e Cabaye, ma soprattutto di Zlatan Ibrahimovic, autore di una doppietta, sia pure con l’ausilio di un calcio di rigore. Lo svedese trasforma dal dischetto, dopo che Spahic (poi espulso per avere rimediato il secondo giallo, a causa di un fallo su Lucas) ha abbattuto Lavezzi in area.

Un successo meritato quanto netto, che vale oro colato e che permette ai parigini – nelle file dei quali brilla sempre più la stella del playmaker Verratti – di mettere entrambi i piedi nei quarti di finale. Ai tedeschi, peraltro apparsi sottotono da quando la Bundesliga è tornata in campo, infatti, restano poche chance e solo qualche piccola illusione. Troppo poco per coltivare un’autentica ambizione. Stesso discorso per il Manchester City, messo sotto da un Barcellona formato Guardiola, più che Martino.

Schierato dall’inizio con Messi, Fabregas e ‘Nino maravilla’ Sanchez, i blaugrana hanno anche corso qualche rischio, ma alla fine hanno fatto prevalere un palleggio irresistibile che si è concretizzato al 9′ della ripresa, con Messi scattato sul filo del fuorigioco e messo a terra dal connazionale Demichelis sulla linea dell’area di rigore. Dal dischetto la ‘Pulce’ non ha fallito, battendo Hart con un tiro a effetto piuttosto velenoso.

Demichelis è stato espulso e con lui sono andate via dal campo le residue speranze del City che, però, ha continuato a provarci: Victor Valdes si è dovuto superare su una conclusione del compagno di Nazionale, David Silva.

Al 90′ Dani Alves, che ci aveva provato anche poco prima sfiorando il palo, ha raddoppiato, chiudendo in modo definitivo il confronto e trasformando il ritorno al Camp Nou in una probabile passerella catalana.

City-Barcellona 0-2, gol: Messi 53′ su rig. e Dani Alves 90′

MANCHESTER CITY (4-2-3-1): Hart; Zabaleta, Kompany, Demichelis, Clichy; Tourè, Fernandinho; Nasri, Jovetic, Silva; Negredo. All. Pellegrini

BARCELLONA (4-3-3): Valdes, Dani Alves, Piquè, Mascherano, Alba; Xavi, Busquets, Iniesta; Sanchez, Messi, Pedro. All. Martino

ARBITRO: Eriksson (Sve)

Bayer-Psg 0-4, gol: Matuidi 2′, Ibrahimovic rig. 38′ e 42′ e Cabaye 79′ 

BAYER LEVERKUSEN (4-3-3): Leno; Donati, Spahic, Toprak, Boenisch; Bender, Rolfes, Castro; Sam, Kiessling, Son. All. Hyypia

PARIS SAINT GERMAIN (4-3-3): Sirigu; van der Wiel, Thiago Silva, Alex, Maxwell; Verratti, Thiago Motta, Matuidi; Lucas, Ibrahimovic, Lavezzi. All. Blanc

ARBITRO: Kassai (Ung).