Formazioni. Milan-Manchester City e Olympiakos-Liverpool (Guinness Cup)

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 27 Luglio 2014 13:50 | Ultimo aggiornamento: 6 Marzo 2015 12:46
Formazioni. Milan-Manchester City e Olympiakos-Liverpool (Guinness Cup)

Milan, Inzaghi saluta i tifosi (LaPresse)

DENVER, STATI UNITI – Milan-Manchester City (ore 22) e Olympiakos-Liverpool (ore 24) in campo per la seconda giornata della fase a gironi della Guinness Cup. Di seguito le probabili formazioni.

Milan-Manchester City probabili formazioni

MILAN (4-3-3): Abbiati; De Sciglio, Rami, Alex, Constant; Poli, Cristante, Muntari; Saponara, Pazzini, Niang. A disp.: Agazzi, Gabriel, Bonera, Zaccardo, Mexes, Albertazzi, Essien, Mastalli, Honda, Mastour, Balotelli, El Shaarawy. All.: Inzaghi

MANCHESTER CITY (4-4-2): Caballero; Richards, Rekik, Nastasic, Clichy; Navas, Zuculini, Fernando, Sinclair; Ihenacho, Jovetic. A disp.: Hart, Wright, Boyata, Kolarov, Nasri, Javi Garcia, Rodwell, Milner, Silva, Yaya Touré, Dzeko, Guidetti. All.: Pellegrini

Arbitro: Armando Villareal (USA)
Assistenti: CJ Morgante (USA) – Daniel Belleau (Canada)
4th uomo: Chris Penso (USA).

Olympiakos-Liverpool probabili formazioni

Liverpool (4-3-3) – Jones; Kelly, Skrtel, Coates, Enrique; Leiva, Allen, Coutinho; Emre Can, Lambert, Ibe, all. Brendan Rodgers; Olympiakos (4-4-1-1) – Roberto; Papadopoulos, Manolas, Abidal, Holebas; N’Dinga, Ghazaryan, Fuster, Kasami; Dominguez; Scepovic, all. Michel.

Osservare dall’alto allenamenti e partite è decisivo per correggere i movimenti della squadra e prendere le contromosse agli avversari: ne è certo Pippo Inzaghi che anche a questi aspetti ha pensato nella formazione dello staff tecnico che lo affiancherà alla guida del Milan.

Hanno già lavorato con Inzaghi nelle giovanili Nicola Matteucci, il tattico che seguirà tutte le partite dalla tribuna trasmettendo all’allenatore le sue osservazioni nell’intervallo, e Fulvio Fiorin, scelto come metodologo che osserverà gli allenamenti dall’alto e stenderà le relazioni sugli avversari. Le palle inattive sono invece la specialità di Gianni Vio.

“Prima le studiamo in video, poi le proviamo sul campo – ha spiegato Inzaghi – Ora ci stiamo occupando principalmente di quelle in attacco, ma con lo staff lavoreremo anche su quelle difensive per subire meno gol”. L’ultima novità è Alfredo Magni, preparatore dei portieri.

“L’abbiamo strappato al Brescia e vede il ruolo del portiere quasi come un libero”, ha assicurato Inzaghi che ha voluto confermare Mauro Tassotti nel ruolo di vice, Andrea Maldera come tattico, e ha richiamato Daniele Tognaccini che, assieme a Bruno Dominici curerà la preparazione atletica. “Saranno preziosi per far correre il Milan più degli altri – si è augurato l’allenatore – non so se saremo subito brillanti, ma l’obiettivo è avere carburante per tutta la stagione”.