Sport

Serie A: Napoli si avvicina alla Roma, bene Verona, Milan e Lazio. Inter ko

Il Napoli di Rafa Benitez si avvicina alla Roma (foto LaPresse)

Il Napoli di Rafa Benitez si avvicina alla Roma (foto LaPresse)

ROMA – Kakà prima fa 100 gol in maglia rossonera e poi supera quella boa con un’altra rete, mentre un altro ‘vecchietto’ come Luca Toni è stato oggi l’incubo dell’Udinese con la doppietta siglata e un gol ‘mangiato’.

La ripresa del campionato di Serie A  è stata all’insegna dei gol. Oggi, nelle cinque gare del pomeriggio, sono state 15 le reti messe a segno, cui si aggiungono le due del Napoli nell’anticipo all’ora di pranzo.

Vittorie casalinghe per Milan, Catania, Genoa, Lazio e Parma, e per il Verona in trasferta. Questo il quadro delle partite di oggi pomeriggio: Catania-Bologna 2-0 (Bergessio, Lodi); Genoa-Sassuolo 2-0 (Gilardino, Bertolacci); Milan-Atalanta 3-0 (Kaka’, Kaka’, Cristante); Parma-Torino 3-1 (Immobile; Marchionni, Lucarelli, Amauri); Udinese-Verona 1-3 (Toni, Toni; Pereyra; Iturbe).

Alle 18,30 Lazio-Inter 1-0 ha chiuso la giornata, mentre nell’anticipo di mezzogiorno Napoli-Sampdoria 2-0, doppietta di Mertens.

Nell’anticipo di mezzogiorno della 18esima giornata di serie A, il Napoli ha sconfitto al San Paolo la Sampdoria per 2-0.

Decisivo Mertens, autore di una doppietta. I doriani, al primo ko della gestione Mihajlovic, possono recriminare per i legni colpiti da Gabbiadini e Sansone (oltre ad un penalty negato a Regini). I padroni di casa hanno pero’ creato complessivamente di piu’ e con la prima vittoria del 2014 salgono in classifica a quota 39, a soli 2 punti dal secondo posto occupato dalla Roma.

La gara. Dopo 3′ Callejon tenta il tacco spettacolare senza pero’ superare Da Costa, attento anche al 9′ su destro di Mertens. Il portiere doriano si esalta all’11’, quando nega il gol al destro a colpo sicuro di Higuain. Gran giocata di Callejon al 21′ conclusa d’un soffio sopra la traversa; quindi ghiotta chance per i liguri al 24′, quando Kristicic salta anche Rafael allungandosi poi il pallone. Mertens e’ sempre pericoloso ma e’ ancora la Samp, al 33′, a sfiorare il gol con Eder che mette a lato al volo.

Prima dell’intervallo ci provano, senza fortuna, ancora Callejon e Gabbiadini. Si riprende con i numeri di Eder e De Silvestri ma il Napoli, all’8′, sblocca il match: Higuain mette al centro e Mertens, al volo, sigla l’1-0. La Samp reagisce: al 13′ Gabbiadini fa sbattere sulla traversa il suo gran sinistro e al 14′ Regini invoca il rigore per una spinta di Armero.

Al 17′ i partenopei vanno sul 2-0 con una punizione di Mertens, alla sua prima doppietta italiana, su cui Da Costa ha piu’ di una responsabilita’.

I partenopei si divorano il 3-0 al 25′ con Insigne, che spreca un gran contropiede, ma i doriani sono ancora sfortunati al 33′, quando Sansone colpisce, con un sinistro a giro, un doppio palo. Nel recupero Eder va vicinissimo al gol della bandiera.

Una gran girata al volo di Miroslav Klose e la Lazio batte 1-0 l’Inter, nella prima del Reja-bis.
Brutta partita all’Olimpico, decisa dalla rete del bomber tedesco al 36′ della ripresa, quando lo 0-0 sembrava un risultato inevitabile vista la pochezza offensiva delle due squadre.

E invece il “panzer”, sull’assist di Candreva, ha regalato ai biancocelesti tre punti importanti per ripartire dopo la bufera del caso-Petkovic. Male l’Inter, tanti errori e Palacio troppo isolato in attacco fino al 75′ quando Mazzarri ha inserito Milito per Guarin.

Troppo tardi. Al fischio d’inizio Reja inizia la sua seconda avventura sulla panchina laziale affidandosi al 4-5-1 e ai “suoi” giocatori.

Deve rinunciare a Marchetti e tra i pali schiera Berisha, mentre gia’ al 15′ perde Konko costretto a uscire per un malore e a far spazio a Cavanda. In difesa la coppia Dias-Biava, a centrocampo Candreva e Lulic sono gli esterni, Ledesma in regia, quindi Hernanes e Gonzalez interni con Klose unica punta. Dall’altra parte solito 3-5-1-1 per Mazzarri che porta in panchina Icardi e Milito e in attacco si affida a Palacio con Guarin alle sue spalle.

Ritmi lenti, Lazio piu’ aggressiva, Inter timida e in difficolta’ sulle incursioni di Lulic (pericoloso all’11 dopo un’indecisione della difesa) e Candreva. A meta’ tempo si fa vedere anche la squadra di Mazzarri con Guarin che viene fermato fallosamente da Dias, sulla successiva punizione Alvarez sfiora la traversa.

Lazio piu’ incisiva, Handanovic anticipa due volte in tuffo Klose, mentre Hernanes, servito da Lulic, fallisce il bersaglio con un sinistro al volo. Nervoso Guarin che, al centro di tante voci di mercato, viene ammonito e poi litiga con Radu (giallo anche per lui).

Al 35′ ci prova Candreva dalla distanza, Handanovic ci mette i pugni.
Primo tempo deludente, nella ripresa Inter piu’ propositiva. Al 10′ Biava ferma Palacio al momento del tiro, poco dopo Berisha devia in angolo l’incornata di Nagatomo.

Mazzarri inserisce Kovacic per Kuzmanovic, bello il duello Candreva-Juan Jesus, ma restano tanti gli errori e di occasioni da gol non se ne vedono.Alla mezz’ora dentro Milito per Guarin, ma e’ la Lazio, al 36′, a sbloccare il risultato con una gran girata al volo di Klose (perso da Ranocchia) su assist di Candreva. Finisce 1-0, parte bene Reja, mentre Mazzarri, dopo la vittoria nel derby, inizia male il suo 2014 subendo anche il sorpasso del Verona, ora quinto

In classifica la Juve è davanti a tutte ed è campione d’inverno con 49 punti, quindi la Roma con 41, il Napoli con 39 e la Fiorentina con 36.

In coda il Catania aggancia il Livorno a quota 13 punti, quindi c’e’ il sassuolo con 14, il Bologna con 15 e il Chievo con 16.

Risultati e marcatori di giornata.

LAZIO-INTER 1-0 , gol: Klose 81′

LAZIO (4-1-4-1): Berisha; Konko, Biava, Dias, Radu; Ledesma; Candreva, Gonzalez, Hernanes, Lulic; Klose. All.: Reja.
INTER (3-5-1-1): Handanovic; Ranocchia, Rolando, Juan Jesus; Jonathan, Kuzmanovic, Cambiasso, Alvarez, Nagatomo; Guarin; Palacio. All.: Mazzarri.

NAPOLI-SAMPDORIA 2-0, gol: Mertens 54′ e 61′  

Napoli (4-2-3-1): Rafael; Maggio, Fernandez, Albiol, Reveillere; Inler, Dzemaili; Callejon, Pandev, Mertens; Higuain.
A disp.: Colombo, Contini, Uvini, Britos, Armero, Radosevic, Insigne, Bariti, Zapata. All.: Benitez.
Indisponibili: Zuniga, Mesto, Behrami, Reina, Hamsik
Squalificati: nessuno

Sampdoria (4-2-3-1): Da Costa; De Silvestri, Mustafi, Gastaldello, Costa; Palombo, Obiang; Gabbiadini, Soriano, Eder; Pozzi.
A disp.: Fiorillo, Tozzo, Regini, Rodriguez, Fornasier, Poulsen, Eramo, Renan, Bjarnason, Maresca, Krsticic, Sansone, Wszolek. All.: Mihajlovic.
Indisponibili: nessuno
Squalificati: nessuno

CATANIA-BOLOGNA 2-0 Bergessio 21′, Lodi (rigore) 65′  

Catania (4-3-3): Frison; Peruzzi, Rolin, Spolli, Biraghi; Izco, Lodi, Plasil; Barrientos, Bergessio, Castro.
A disp.: Andujar, Ficara, Alvarez, Legrottaglie, Capuano, Gyomber, Guarente,Tachtsidis, Leto, Keko, Boateng. All.: De Canio.
Indisponibili: Almiron, Bellusci, Cabalceta
Squalificati: nessuno

Bologna (3-4-1-2): Stojanovic; Antonsson, Natali, Mantovani; Crespo, Krhin, Perez, Morleo; Kone; Moscardelli, Cristaldo.
A disp.: Curci, Agliardi, Radakovic, Ferrari, Cech, Della Rocca, Pazienza, Laxalt, Yaisien, Bianchi, Acquafresca, Christodoulopoulos. All.: Pioli.
Indisponibili: Sorensen, Cherubin, Gimenez
Squalificati: Garics (1), Diamanti (1)

GENOA-SASSUOLO 2-0 Gilardino (rigore) 27′, Bertolacci 45′  

Genoa (3-4-3): Perin; Antonini, Manfredini, Marchese; Vrsaljko, Biondini, Matuzalem, Antonelli; Fetfatzidis, Gilardino, Konatè.
A disp.: Bizzarri, Sampirisi, Donnarumma, De Maio, Cofie, Sturaro, Calaiò, Centurion, Bertolacci, Stoian. All.: Gasperini.
Indisponibili: Gamberini, Kucka, Santana, Portanova
Squalificati: nessuno

Sassuolo (3-4-3): Pegolo; Antei, Bianco, Marzorati; Gazzola, Magnanelli, Marrone, Longhi; Berardi, Zaza, Floro Flores.
A disp.: Pomini, Rosati, Rossini, Pucino, Chibsah, Laribi, Kurtic, Missiroli, Ziegler, Schelotto, Farias. All.: Di Francesco.
Indisponibili: Terranova, Gomes, Alexe, Masucci, Ariaudo
Squalificati: Acerbi

MILAN-ATALANTA 3-0 Kakà 34′ e 64′, Cristante 66′   

Milan (4-3-1-2): Abbiati; De Sciglio, Zapata, Bonera, Emanuelson; Montolivo, De Jong, Cristante; Kakà; Balotelli, Robinho.
A disp.: Amelia, Mexes, Rami, Silvestre, Zaccardo, Cristante, Nocerino, Matri, Saponara, Pazzini. All.: Allegri.
Indisponibili: El Shaarawy, Birsa, Constant, Abate
Squalificati: Muntari (3)

Atalanta (4-4-1-1): Consigli; Raimondi, Migliaccio, Stendardo, Del Grosso; Bonaventura, Carmona, Cigarini, Brivio; Moralez; Denis.
A disp.: Sportiello, Benalouane, Giorgi, Baselli, Yepes, Canini, Kone, Cazzola, Brienza, Polito, Gagliardini, Marilungo, De Luca. All.: Colantuono.
Indisponibili: Scaloni, Bellini, Lucchini, Livaja
Squalificati: nessuno

PARMA-TORINO 3-1 Immobile 23′, Marchionni 33′, Lucarelli 44′, Amauri 70′    

Parma (4-3-3): Mirante; Cassani, Mendes, Lucarelli, Mesbah; Acquah, Marchionni, Parolo; Biabiany, Cassano, Sansone.
A disp.: Bajza, Coric, Felipe, Paletta, Rosi, Munari, Kone, Obi, Mauri, Palladino, Amauri, Okaka. All.: Donadoni.
Indisponibili: Pavarini, Galloppa, Gargano
Squalificati: Gobbi (1)

Torino (3-5-2): Padelli; Maksimovic, Glik, Moretti; Darmian, Brighi, Vives, Farnerud, Pasquale; Cerci, Immobile.
A disp.: L. Gomis, Berni, S. Masiello, Gazzi, Rodriguez, Basha, Bellomo, Barreto, Meggiorini. All.: Ventura.
Indisponibili: El Kaddouri, Bovo, Larrondo, Saracco
Squalificati: Gillet (fino all’1/2/2017)

UDINESE-VERONA 1-3 Toni 15′ e 38′, Perea 44′, Iturbe 69′  

Udinese (3-5-1-1): Brkic; Heurtaux, Danilo, Domizzi; Basta, Pereyra, Allan, Pinzi, Gabriel Silva; Nico Lopez; Di Natale.
A disp.: Kelava, Scuffet, Widmer, Bubnjic, Douglas, Naldo, Badu, Lazzari, Mlinar, Zielinski, Maicosuel, Bruno Fernandes. All.: Guidolin.
Indisponibili: Muriel, Ranegie, Benussi
Squalificati: nessuno

Verona (4-3-3): Rafael; Cacciatore, Moras, Maietta, Agostini; Romulo, Jorginho, Hallfredsson; Iturbe, Toni, Gomez.
A disp.: Nicolas, Borra, Gonzalez, Albertazzi, Donati, Marques, Laner, Sala, Jankovic, Donadel, Martinho, Cacia. All.: Mandorlini.
Indisponibili: Cirigliano, Mihajlov, Longo
Squalificati: nessuno.

To Top