Champions League, Barcellona-Milan 4-0: troppo Messi per i rossoneri

Pubblicato il 12 Marzo 2013 23:07 | Ultimo aggiornamento: 12 Marzo 2013 23:11

BARCELLONA, SPAGNA – La remuntada tanto temuta alla fine si è materializzata. Chi in questi giorni aveva dato il ciclo del Barcellona per finito deve ricredersi.

Il Milan saluta la Champions League travolto per 4-0 al Camp Nou da Leo Messi e compagni al termine di una partita totalmente dominata dai catalani.

Messi segna una doppietta e con 58 gol diventa il miglior marcatore della Champions da quando esiste la fase a gironi. Di Villa e Jordi Alba le  altre reti blaugrana, per il Milan resta il rammarico per il palo colpito dal 18enne Niang sull’1-0. Rossoneri per il secondo anno di fila eliminati dalla corazzata blaugrana.

Senza Pazzini infortunato, l’inizio di partita è da brividi per il Milan. Il Barcellona dopo 5′ è già in vantaggio: Messi riceve ai 20 metri e scambia con Xavi, stop e sinistro a giro  all’incrodio dei pali.

Il Camp Nou esplode e spinge i  blaugrana alla ricerca del raddoppio. La squadra di Allegri  non riesce ad uscire quasi mai dalla sua metà campo e Abbiati è letteralmente bersagliato.

Al 13′ Messi fa da sponda di testa per Iniesta, destro al volo che Abbiati devia sulla traversa, poi Messi sbaglia il tap-in di testa. Al 17′ ci prova Xavi da fuori area, ancora  Abbiati salva il Milan.

Passata la sfuriata iniziale,  la squadra di Allegri prova a reagire con Montolivo che cerca di innescara Boateng ed El Shaarawy negli ampi  spazi concessi dalla difesa di casa.

Al 38′  occasionissima per il Milan: Niang se  ne va da solo in  contropiede dopo un buco di Mascherano ma il suo diagonale davanti a Valdes viene respinto dal palo. Sul capovolgimento di fronte il Barça raddoppia:

Iniesta  recupera sulla trequarti e serve Messi al limite,  l’argentino controlla e fa passare un sinistro micidiale sotto le gambe di Mexes con palla alla  sinistra di Abbiati.

Avvio di ripresa ancora da  incubo per il Milan. Al 9′ il Barcellona ribalta il risultato dell’andata con il  gol del 3-0: Xavi che serve in area David Villa, buco di Constant e sinistro vincente dell’attaccante  blaugrana.

Al 23′ Milan pericoloso con un tentativo di tacco di Flamini da centro area respinto dalla difesa. Costretto a segnare un gol per qualificarsi, il Milan  si gioca il tutto per tutto con l’ingresso prima di Robinho e poi di Bojan.

Allegri di fatto chiude con tre  punte più Boateng. Il Barça sembra  accusare la  stanchezza per i ritmi forsennati impressi alla partita e il Milan inizia a crederci.

All’81’ Bojan sfonda a destra e serve Robinho in mezzo, decisivo l’anticipo di Jordi Alba. Finale da brividi, con il Camp Nou che trema fino al gol del 4-0 firmato da Alba in contropiede.

Il Milan saluta la Champions comunque a testa alta, la vittoria dell’andata aveva illuso tutti ma questa sera contro questo Barcellona era davvero dura.

BARCELLONA: Valdés, Dani Alves, Piqué, Mascherano (31′ st Puyol), Jordi Alba, Xavi, Busquets, Iniesta, Pedro (37′ st Adriano), Messi, Villa (28′ st Sanchez). A disp. Pinto, Fabregas, Song, Tello. All. Vilanova (in panchina Roura).

MILAN: Abbiati, Abate, Zapata, Mexes, Constant, Flamini (28′ st Bojan), Ambrosini (15′ st Muntari), Montolivo, Niang (15′ st Robinho), Boateng, El Shaarawy. Amelia, Bonera, De Sciglio, Nocerino. All. Allegri.

Arbitro: Kassai (Ung).

Note: amminiti Boateng, Flamini, Pedro, Mexes.

Il servizio fotografico dell’Ansa.