Formula Uno/ Montezemolo è “dispiaciutissimo” per la rinuncia di Schumacher ma rivela: “Schumi resta alla Ferrari per fare da chioccia a Badoer”

Pubblicato il 11 agosto 2009 18:44 | Ultimo aggiornamento: 11 agosto 2009 18:44
motezemolo

Il presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo

Premette che «sulla salute non si scherza» ma poi Luca Cordero di Motezemolo cala la maschera e dice di essere «dispiaciutissimo» per la decisione di Michael Schumacher di non correre al posto di Massa nel Gran Premio di Valencia. Tanto che sogna un mondo della Formula Uno con tre auto per ogni scuderia, così da affidarne una, ovviamente targata Ferrari, a Schumi e tanto che farà rimanere il campione in zona, per «fare da chioccia al giovane Luca Badoer».

La delusione di Luca Cordero di Motezemolo, presidente Ferrari, trapela in modo cristallino in un’intervista rilasciata alla Stampa, pubblicata sul quotidiano in edicola mercoledì.

Un dolore che si acuisce non appena Montezemolo ricorda l’entusiasmo con cui Shumi aveva accettato la nuova sfida che gli veniva proposta. «Alla mia “eresia” – racconta il presidente della Ferrari – aveva risposto con l’entusiasmo del ragazzo, non del campione pensionato. Aveva perso quattro chili, stesso peso dell’ottobre del 2006 quando corse per l’ultima volta, in Brasile».

Eppure quella di richiamare il sette volte campione del Mondo Schumacher era stata per Montezemolo una scelta più che ragionata, una scelta di campo. «Avrà pure 40 anni – sottolinea il patron della Ferrari – ma resta di un altro pianeta. Preferisco il campione, anche se stagionato, al mediocre, per quanto giovane. Il circo aveva bisogno di una sferzata. Continueremo a batterci affinché dalla prossima stagione ogni scuderia possa schierare tre auto (e una, l’avrei affidata volentieri a Michael). Preferisco tre McLaren e tre Renault a tre vattelapesca. Con il ritiro della Bmw, c’è poco da dire e molto da fare».