Francesco Totti: “Quando uscivo a cena con Cassano lui pagava per tutti. Un giorno poi…”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 20 settembre 2018 12:18 | Ultimo aggiornamento: 20 settembre 2018 12:18
francesco totti cassano

Francesco Totti e Antonio Cassano durante un allenamento della Nazionale

Francesco Totti, in occasione della presentazione del suo libro, ha rilasciato un’intervista all’inserto settimanale Venerdì de La Repubblica. L’ex capitano della Roma, ora dirigente, svela un curioso retroscena sui primi mesi di Antonio Cassano in giallorosso.

“Quando è arrivato andavamo a cena ai ristoranti, eravamo 7-8 persone. Era seduto ad un altro tavolo, ti alzavi ed aveva già pagato lui. Pagava per persone che non conosceva perché c’ero io. Una volta, due, tre… Gli ho detto che non andava bene. Era così, di indole. Adesso un po’ meno perché la moglie ‘je mena’ (ride, ndr)”.

L’ex numero 10 poi, racconta come negli anni da calciatore abbia provato più volte a convincere importanti giocatori a vestire la maglia giallorossa.

“Per vincere ho sempre detto che servono i campioni. Speravo che venissero Ronaldo, Ibrahimovic, i più forti del mondo. Non solo davanti, ma anche difensori o centrocampisti. Purtroppo avevamo un limite, le poche possibilità economiche per spendere per questi campioni. Io ho cercato veramente di portare gente impensabile a Roma”.