Frosinone-Palermo, Zamparini: “Partita illegale, ho le prove”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 giugno 2018 11:11 | Ultimo aggiornamento: 19 giugno 2018 11:11
zamparini frosinone

Frosinone-Palermo, Zamparini: “Partita illegale, ho le prove”

ROMA – “Sabato sera abbiamo vissuto una serata di illegalità, è stato tutto un susseguirsi di fatti illegali, completamente illegali, è la fotografia di questo Paese. Totale illegalità, compreso il rigore che l’arbitro aveva dato e poi ha trasformato in punizione dal limite. [App di Blitzquotidiano, gratis, clicca qui,- Ladyblitz clicca qui –Cronaca Oggi, App on Google Play] Il rigore c’era, era dentro la linea”. A parlare per ribadire la sua protesta è un infuriato Maurizio Zamparini, presidente del Palermo che oggi, 19 giugno, è stato ospite di “Un Giorno da Pecora”, trasmissione di Rai Radio1.

Per Frosinone-Palermo, che ha decretato la squadra ciociara come terza promossa in serie A, si è parlato di presunti errori arbitrali nel corso di tutta la partita. “Non sono presunti ma sono errori – attacca Zamparini -, ne ho piene le scatole di presunti errori che poi, nell’era Moggi, abbiamo scoperto non essere affatto presunti. Denuncio che quella partita è illegale, compreso l’arbitraggio. Io ho le prove”.

Sul futuro della società rosanero Zamparini dice: “Il Palermo costa zero, ha debiti uguale a zero, anzi chi arriverà troverà un attivo di cassa con diversi giocatori di Serie A. Non servono soldi da dare a me ma denaro da investire nel Palermo”. “Entro quando venderò? Due mesi, sicuramente prima dell’inizio del campionato, anzi spero che la campagna acquisti la faccia il nuovo proprietario. Per averlo bisogna avere i mezzi per portare il Palermo in A, quindi almeno 40-50 milioni da investire nei prossimi anni”.