Gb, calciatore di 27 anni morto per infarto: troppi colpi di testa

Pubblicato il 7 Marzo 2013 - 17:56| Aggiornato il 10 Settembre 2022

LONDRA, INGHILTERRA – Il calcio inglese è in lutto.

Bryan Herbert, bomber ventisettenne del Bacup Borough Football Club, formazione del Lancashire, è morto dopo un’agonia di otto settimane in ospedale.

Herbert era stato ricoverato perchè aveva denunciato un malore poche ore dopo una partita nella quale era anche andato in gol con un perfetto stacco aereo.

Di cosa è morto Herbert? Un coagulo di sangue sul suo cervello causato dal contatto continuo di palloni da calcio  contro il suo cranio.

Herbert, infatti, era il classico centravanti di sfondamento. Il suo pezzo forte era proprio il colpo di testa.

L’attaccante del Bacup aveva segnato moltissime reti con la sua testa nelle ultime due stagioni agonistiche.

La causa del decesso di Herbert ha destato molto scalpore in Gran Bretagna e questa notizia è stata condivisa da molti utenti dei social network.