Genoa, l’avvocato di Kaladze “Vittima ipotetica di una tentata truffa”

Pubblicato il 1 Giugno 2012 13:33 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2012 13:34

Kaladze (LaPresse)

GENOVA –  Gli avvocati del calciatore Kakha Kaladze, Marco Mariano e Eduardo Mariani, hanno inviato una nota per sottolineare che il loro assistito e’ ”in tutta evidenza parte lesa di un ipotetico tentativo di truffa”.

”Appare necessario ricordare – scrivono i legali – che inizialmente quando il nostro assistito veniva citato in una telefonata tra i signori Caruso (a lui del tutto sconosciuto) ed Altic, quale possibile acquirente di un stock di porte, e’ subito iniziata la caccia all’interpretazione piu’ fantasiosa, e’ subito iniziata la caccia all’interpretazione piu’ fantasiosa del significato di ‘porte’ per trovare il mostro nel calcio scommesse”.

Secondo Mariano e Mariani ora e’ ”chiaro quanto subito sostenuto da Kaladze, ovvero che proprio di porte si tratta e che i noti soggetti cercassero di vendergliele”, e gli avvocati lamentano di non vedere , dopo le notizie apparse su diversi organi di stampa nei giorni scorsi, ”nessun cenno di correzione di tutte le suggestioni pesantemente indotte nei giorni scorsi, ma una nuova ‘caccia allo scandalo, attribuendo ruolo che sono l’opposto della verita”’.

Inoltre, i legali precisano che non e’ vero che Kaladze per parlare con Altic usasse una scheda sim intestata al Milan. ”Kaladze – sottolineano – ha un solo numero telefonico, a lui intestato e del quale lui solo paga le bollette. Peraltro, se anche fosse come sostenuto, non e’ chiaro lo scopo della ben evidenziata notizia se non solo quello di tentare la strada della suggestione per indurre ipotesi fantasiose e probabilmente gustose al lettore o spettatore”.