Genoa-Napoli 1-2, Gattuso è un mago: ha rigenerato anche Lozano

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 8 Luglio 2020 21:20 | Ultimo aggiornamento: 8 Luglio 2020 21:20
Genoa-Napoli 1-2, Gattuso è un mago: ha rigenerato Lozano

Genoa-Napoli 1-2, Gattuso è un mago: ha rigenerato anche Lozano (foto Ansa)

Quattro vittorie in cinque partite più una Coppa Italia in bacheca. Il Napoli ha ricominciato alla grande dopo lo stop forzato per il coronavirus. Oggi i partenopei hanno ottenuto un successo prezioso in casa del Genoa.

Il vero artefice del ‘miracolo Napoli’ si chiama Rino Gattuso. L’ex allenatore del Milan, con il supporto incondizionato della società, ha saputo entrare nel cuore dei suoi ragazzi e la vittoria contro il Genoa è solamente l’ultima tappa di un percorso virtuoso intrapreso da tempo.

Gattuso ha ereditato una squadra a pezzi dopo la rottura traumatica con Ancelotti ed il caos delle multe post ammutinamento. Il tecnico calabrese ci ha messo un po’, e sono arrivate anche alcune sconfitte, ma alla fine è stato in grado di portare tutti i calciatori dalla sua parte.

L’ultimo capolavoro è stato il pieno recupero di Lozano. Il messicano è stato pagato a peso d’oro ma con Ancelotti sembrava un fantasma. Adesso uno degli acquisti più costosi nella storia del Napoli sta mostrando il suo valore con gol decisivi.

Prima la rete sul difficile campo del Verona, poi quella di oggi. Contro il Genoa, Lozano ha segnato la rete della vittoria mettendo in vetrina tutto il suo repertorio.

Ma facciamo un passo indietro, prima della rete di Lozano, il risultato era fermo sull’uno a uno. 

Il Napoli era passato in vantaggio con la solita magia del suo capocannoniere di tutti i tempi, Dries Mertens.

Il belga aveva battuto Perin con un tiro a giro dal limite dell’area di rigore. Il calcio non ha logica e nel momento migliore del Napoli è arrivato il pareggio di Goldaniga (gol di testa su azione d’angolo).

Nella ripresa, Fabian Ruiz ha pescato Lozano con un lancio capolavoro. Il messicano ha bruciato in velocità Biraschi e ha battuto Perin con una potente conclusione rasoterra. 

Tre punti al Napoli, già matematicamente in Europa League, ed una pesante sconfitta per il Genoa che è stato superato dal Lecce ed è in piena zona retrocessione.