Genoa-Roma, il rigore è un giallo. Perché ha calciato Sanabria al posto di Criscito? La spiegazione di Prandelli

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 5 maggio 2019 21:02 | Ultimo aggiornamento: 5 maggio 2019 21:02
Genoa-Roma, il rigore è un giallo. Perché ha calciato Sanabria al posto di Criscito? La spiegazione di Prandelli

Genoa-Roma, il rigore è un giallo. Perché ha calciato Sanabria al posto di Criscito? La spiegazione di Prandelli. Foto ANSA/SIMONE ARVEDA

GENOVA – Genoa-Roma è terminata sul punteggio di 1-1 perché Mirante ha parato un calcio di rigore calciato da Sanabria al 95′. Al momento dell’assegnazione del calcio di rigore, i tifosi del Genoa si aspettavano che lo avrebbe calciato Criscito, indicato anche da Prandelli come primo rigorista della squadra, ma sul dischetto si è presentato Sanabria sbagliandolo. 

Genoa-Roma, Prandelli: “Il rigorista è Criscito ma si saranno messi d’accordo”.

Prandelli ha parlato del rigore ai microfoni di Sky Sport. Le sue dichiarazioni sono riportate da Gianluca Di Marzio sul suo sito internet.

“Il primo rigorista è Criscito. Quando Sanabria era titolare, invece, era lui. Poi però calcia chi se la sente. Ma parlare dell’episodio del rigore è una ferita che fa male. Parliamo della prestazione che c’è stata, siamo ancora in corsa”.”La forza che abbiamo tirato fuori oggi deriva dal fatto che sono mesi che lavorano questi ragazzi con voglia e determinazione.Abbiamo lavorato sotto questo punto di vista. In questo momento la squadra è solida, in altre partite perdevano un po’ di fiducia dopo che andavamo sotto. Ce la giocheremo nelle ultime 3 partite”.

Genoa-Roma, Ranieri: “Peccato non aver vinto ma non molliamo”. 

 “Peccato, perché ci servivano i tre punti, ma non molliamo”: così, ai microfoni di Sky Sport, l’allenatore della Roma, Claudio Ranieri commenta il pareggio dei giallorossi in casa del Genoa allo stadio Luigi Ferraris. Le sue dichiarazioni sono riportate dall’Ansa.

    “Sono stati bravi loro a non mollare mai. È stata una partita difficilissima e lo sapevamo – le parole del tecnico – Peccato su quel calcio d’angolo, ci siamo fatti sorprendere. Romero é già al quarto gol in queste situazioni da palla ferma. Lo stavamo schermando ma è riuscito a rimanere da solo e a saltare di testa”.