Genoa-Sampdoria, manca espulsione Vieira: ecco perché l’arbitro ha sbagliato

di Andrea Pelagatti
Pubblicato il 14 Dicembre 2019 21:49 | Ultimo aggiornamento: 14 Dicembre 2019 21:49
Genoa-Sampdoria, manca espulsione su Vieira: ecco perché l'arbitro ha sbagliato

Genoa-Sampdoria,l’arbitro Doveri nella foto Ansa

GENOVA – Il primo tempo del derby di Genova è stato piuttosto noioso visto che si è concluso con zero tiri in porta. La vera vincitrice è stata la paura perché le due squadre, che si trovano in zona retrocessione, non hanno avuto la personalità necessaria per spingersi in avanti alla ricerca della vittoria. Nonostante questo, dobbiamo registrare già una grave svista arbitrale. 

L’arbitro Doveri l’ha combinata grossa non mostrando un sacrosanto cartellino rosso a Vieira. Il centrocampista della Sampdoria è stato ammonito al 26′ per un fallo tattico ai danni di Schone. Appena quattro minuti dopo, Vieira ha commesso un altro fallo da giallo su Vieira. Il calciatore della Sampdoria ha trattenuto l’ex calciatore dell’Ajax. Il regolamento parla chiaro in merito, è un intervento falloso, da cartellino giallo. 

L’arbitro Doveri lo ha graziato e la Sampdoria ha potuto terminare il primo tempo in parità numerica. In una gara così equilibrata,un cartellino rosso avrebbe potuto cambiare gli equilibri in campo. Un errore abbastanza incomprensibile perché l’intervento di Vieira era di facile interpretazione. 

Il Genoa ha protestato a lungo ma l’arbitro Doveri, nonostante avesse a disposizione anche lo strumento del silent check con i suoi assistenti che si trovavano davanti ai monitor della stanza del var, è rimasto fermo sulla sua decisione.