Germania 2006, Blatter: “Non premiai Italia campione del mondo per evitare l’inferno”

Pubblicato il 8 Giugno 2013 16:31 | Ultimo aggiornamento: 8 Giugno 2013 16:31
Germania 2006, Blatter: "Non ho premiato l'Italia campione del mondo per evitare l'inferno" (LaPresse)

Germania 2006, Blatter: “Non ho premiato l’Italia campione del mondo per evitare l’inferno” (LaPresse)

ROMA – Sepp Blatter, sette anni dopo il ‘fattaccio’, ai microfoni di ‘Rai Sport’ ha spiegato  perchè non premiò l’Italia campione del mondo in Germania preferendo rimanere in tribuna vip a ballare con le hostess.

Non ho premiato l’Italia per evitare alla squadra campione del mondo, per evitare alle oltre 70 mila persone presenti allo stadio e alla tv internazionali di assistere a uno scandalo”.

“Ancora oggi, se io vado in un stadio in Germania, ricevo un’accoglienza simile ad andare all’inferno – dice – Questo perché all’epoca si è detto che io ero in favore dell’organizzazione del mondiale in Sudafrica e la Germania ha ottenuto i Mondiali per un solo voto”

“Io faccio il tifo per il calcio italiano. La squadra azzurra è una buona squadra, e questo perché tutti i grandi giocatori italiani giocano in Italia, così come i grandi giocatori spagnoli e tedeschi giocano nei propri campionati. In questo momento gli azzurri sono favoriti per qualificarsi ai Mondiali di Brasile 2014″.