Gianni Infantino, anche il boss della Fifa è positivo al coronavirus

di Redazione Blitz
Pubblicato il 27 Ottobre 2020 17:38 | Ultimo aggiornamento: 27 Ottobre 2020 17:38
Gianni Infantino, anche il boss della Fifa è positivo al coronavirus

Gianni Infantino, anche il boss della Fifa è positivo al coronavirus (foto ANSA/AP Photo/Vincent Thian)

Il coronavirus non ha risparmiato nemmeno Gianni Infantino, boss della Fifa.

 Il presidente della Fifa, Gianni Infantino, è risultato positivo al coronavirus e si è immediatamente isolato.

Lo ha annunciato l’ente calcistico mondiale, nel mezzo della recrudescenza della pandemia.

    Il 50enne italo-svizzero “ha sintomi lievi” e rimarrà in auto-isolamento “per almeno dieci giorni”, ha dichiarato la Fifa in un comunicato. 

Quando è diventato il numero uno della massima organizzazione calcistica mondiale

Gianni Infantino era il candidato ufficiale UEFA alla successione di Sepp Blatter alla presidenza della FIFA.

 Carica dalla quale si era dimesso ad appena un anno dalla sua più recente rielezione.

Il 26 febbraio 2016, al secondo scrutinio, fu eletto presidente della FIFA fino al 2019.

(Ovvero per il residuo del mandato del presidente uscente Sepp Blatter) con 115 voti su 207 delegati.

Nel corso del suo primo mandato varò la riforma del campionato mondiale aumentando dal 2026 la partecipazione a 48 squadre e decretò l’utilizzo della Video Assistant Referee a partire dal campionato mondiale 2018 in Russia.

Il 1º dicembre 2018 a Buenos Aires Infantino fu il primo presidente della FIFA a essere invitato ad un summit del G20.

Il 5 giugno 2019, con l’unanimità dai 211 delegati, fu confermato presidente con mandato quadriennale fino al 2023. (fonti articolo, AGI e Wikipedia).