Gigi Radice è morto, da allenatore vinse l’ultimo scudetto del Torino

di Redazione Blitz
Pubblicato il 7 dicembre 2018 16:32 | Ultimo aggiornamento: 7 dicembre 2018 16:41
gigi radice

Gigi Radice è morto, da allenatore vinse l’ultimo scudetto del Torino

ROMA – Mondo del calcio in lutto per la scomparsa di Gigi Radice. L’allenatore dell’ultimo scudetto del Torino, l’unico del dopo Superga nel 1976, aveva 83 anni. Era da tempo malato di Alzheimer. Tra gli allenatori più innovativi della sua epoca, ha guidato anche Inter, Milan, Bologna, Roma e Fiorentina. 

Classe 1935 e lombardo di Cesano Maderno, da terzino sinistro vestì le maglie di Milan, Triestina e Padova mentre da tecnico ha guidato Monza, Treviso, Cesena, Fiorentina, Cagliari, Torino, Bologna, Milan, Bari, Inter, Roma, Genoa e Monza.

Particolarmente legati a lui sono i tifosi del Torino, a cui ha regalato il loro ultimo scudetto nella stagione 1975-76.

Dopo una carriera ricca di successi da calciatore con la maglia del Milan, con cui vinse tre scudetti e la Coppa Campioni del 1963, Radice passò in panchina, importando in Italia il calcio totale nato in Olanda.

Soltanto due settimane fa alcuni campioni d’Italia del Torino 1976 si sono riuniti per la presentazione di ‘Gigi Radice. Il calciatore, l’allenatore, l’uomo dagli occhi di ghiaccio‘, il libro che racconta la sua storia scritto da Francesco Bramardo e Gino Strippoli.

“Il mantra era ‘noi non siamo qui per prendere in giro la gente ma dobbiamo offrire un calcio bello e divertente'”, si legge nel testo che ricorda alcune sue affermazioni.