Ginnastica ritmica, la Nazionale Italiana vince il Grand Prix di Thiais

di redazione Blitz
Pubblicato il 25 marzo 2018 15:01 | Ultimo aggiornamento: 25 marzo 2018 15:01
Ginnastica ritmica, la Nazionale Italiana vince il Grand Prix di Thiais

Ginnastica ritmica, la Nazionale Italiana vince il Grand Prix di Thiais . ANSA/ BERND WEISSBROD

PESARO – Esordio stagionale con medaglia per la squadra nazionale di ginnastica ritmica. Le Farfalle azzurre, alla loro prima gara internazionale di questa stagione, vincono l’oro nel concorso generale al Grand Prix di Thiais con il totale di 39.850 punti. Le campionesse mondiali con i 5 cerchi di Pesaro2017 ieri, proprio in questo attrezzo, hanno superato la “barriera” dei venti punti, raggiungendo uno strabiliante 20.300 che, sommato al 19.550 delle 3 palle e 2 funi, assicura loro il gradino più alto del podio.

Tutte le notizie di Blitzquotidiano in questa App per Android. Scaricatela gratis da Google Play.

Le azzurre, allenate da Emanuela Maccarani e dallo staff dell’accademia di Desio, con i due esercizi montati rispettivamente su “Il Lago dei Cigni” e su un remix di “The Eye of the tiger” ha fatto il vuoto dietro di sé relegando in seconda posizione l’Ucraina, argento con 33.750 punti (5CE 18.700 – 3PA/2FU 15.050), e l’Azerbaigian, bronzo a quota 32.200 (5CE 17.150 – 3PA/2FU 15.050).

Ai piedi del podio la Bielorussia con 30 punti netti. “Una gara per nulla semplice – ha affermato al sito della federginnastica Emanuela Maccarani – Le ragazze sono salite in pedana con lo spirito giusto. Gli esercizi di quest’anno sono molto complessi. La coordinazione è veloce e i rischi sono tanti. Sono molto soddisfatta del loro approccio alla gara.

L’unione di testa e cuore di queste ragazze rende la loro performance davvero unica. Sono molto contenta anche di aver superato per la prima volta i 20 punti in un esercizio. La strada che ci prepariamo ad affrontare è tutta in salita ma, per adesso, ci godiamo questa meritata medaglia e gioiamo insieme anche della qualificazione in finale alla palla di Alessia Russo”.